rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Le previsioni

L'uragano mediterraneo in arrivo in Italia, con venti impetuosi e piogge torrenziali

Allerta meteo per le elevate probabilità di sviluppo di un ciclone simil tropicale all'estremo Sud, con venti da uragano in particolare sulla Sicilia. Da Ognissanti arrivano invece le piogge autunnali al Centronord

Gli esperti meteo lanciano l'allerta: arrivano sempre più conferme sulla formazione di un profondo ciclone mediterraneo nei prossimi giorni, che potrebbe assumere caratteristiche tropicali diventando quello che in gergo viene chiamato "Medicane (da MEDIterranean HurriCANE, uragano mediterraneo)". Di cosa parliamo? I "medicanes" sono intensi sistemi di bassa pressione con struttura simile ai cicloni tropicali, caratterizzati da un "occhio del ciclone" al centro, una zona priva di nubi attorno alla quale ruotano bande di nuvolosità convettiva, con temporali e forti venti a circolazione ciclonica, dunque nel nostro emisfero in senso antiorario. Caratteristica fondamentale, difficile da verificare, è la presenza di un "cuore caldo" centrale, all'opposto delle normali basse pressioni delle nostre latitudini che presentano invece "cuore freddo". Come avviene per i cicloni tropicali, i "medicanes" si muovono sul mare e perdono energia se raggiungono la terraferma, accompagnati da fenomeni intensi e pericolosi sotto forma perlopiù di vento impetuoso e di piogge torrenziali.

Medicane: l'uragano mediterraneo in arrivo in Italia tra giovedì 28 e venerdì 29 ottobre

Edoardo Ferrara, meteorologo di 3bmeteo.com, avverte: "Purtroppo il maltempo alluvionale dei giorni scorsi in Sicilia potrebbe essere solo un antipasto di una nuova e ancora più severa ondata di maltempo che tra giovedì e venerdì potrebbe colpire l'isola, quando il ciclone sembrerebbe approdare una volta potenziatosi nei pressi di Malta". Attesi nubifragi e forti piogge, in particolare su ragusano, siracusano e catanese, con venti burrascosi, raffiche di levante talora superiori ai 70-80km/h e violente mareggiate sulle coste ioniche con onde talora di oltre due-tre metri. In parte coinvolta anche la Calabria, in primis il reggino, ma piogge talora abbondanti potrebbero interessare pure il resto del versante ionico, specie tra Locride e catanzarese. Il resto del Sud, invece, si dovrebbe mantenere ai margini dell'azione ciclonica con precipitazioni più occasionali, mentre la Sardegna si troverà inserita nel canale depressionario che alimenta il ciclone, con piogge a tratti più consistenti specie sul cagliaritano.

Condizioni meteo invece diametralmente opposte al Centronord, dove il tempo si manterrà stabile e in prevalenza soleggiato almeno fino a venerdì 29 ottobre compreso. Tuttavia proprio nel weekend si avvicinerà una perturbazione atlantica che porterà un progressivo peggioramento ad iniziare dal Nordovest, dove le prime piogge dovrebbero giungere già sabato. Ma sarà con molta probabilità ad Ognissanti e nei giorni successivi che la parte più attiva della perturbazione raggiungerà il Centronord, portando le classiche piogge diffuse di stampo autunnale. Qualche rovescio raggiungerà a seguire anche il Sud, dove nel frattempo il ciclone mediterraneo avrà allentato progressivamente la presa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'uragano mediterraneo in arrivo in Italia, con venti impetuosi e piogge torrenziali

Today è in caricamento