rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Le previsioni

Il vortice scandinavo che raffredda l'estate: temperature giù anche di 10 gradi

L'anticiclone delle Azzorre che sta portando un clima mite sull'Italia non riuscirà a contrastare irruzioni di aria più fredda dal Nord Europa

Un vasto anticiclone delle Azzorre, esteso tra Atlantico e Mediterraneo occidentale, favorisce condizioni meteo stabili soprattutto sulle regioni del Centro-Sud mentre su quelle settentrionali non mancherà qualche temporale, specie nelle ore pomeridiane e serali. A prevederlo è il Centro Meteo Italiano che per il primo weekend di agosto conferma "la possibilità" di un affondo perturbato direttamente sul Mediterraneo centrale: i principali modelli mostrano una saccatura atlantica muoversi sulla nostra penisola portando un peggioramento meteo con piogge e temporali diffusi. Il tutto dovrebbe essere accompagnato da un calo delle temperature con valori che scenderanno anche di qualche grado al di sotto delle medie del periodo.

Da domani 1 agosto sono previste piogge sparse tra Lombardia e Triveneto, specie settori alpini e prealpini ma il vero peggioramento è atteso a partire da giovedì 3 agosto, sempre iniziando dalle regioni del Nord che sperimenteranno la discesa di un vortice scandinavo che sabato 5 agosto interesserà anche le regioni centrali e meridionali. Le temperature sono attese in netta diminuzione dopo un picco termico il 4 agosto sulle regioni meridionali, entro il weekend valori massimi e minimi anche localmente sotto media.

Ondata temporalesca: temperature giù anche di 8-10 gradi

La perturbazione sarà accompagnata e seguita da aria decisamente più fresca, con temperature in calo anche di oltre 8-10°C su gran parte del Mediterraneo centrale entro il weekend. Proprio questi marcati contrasti termici con l’aria calda e umida preesistente, potranno creare i presupposti per fenomeni localmente violenti accompagnati da grandine grossa, nubifragi e colpi di vento non solo al Nord ma questa volta anche al Centrosud.

Dalla settimana di Ferragosto dovrebbe poi chiudersi il periodo di instabilità con un graduale ritorno dell'alta pressione sull'Italia: tuttavia i modelli matematici non riescono a identificare se si tratterà dell'anticiclone delle Azzorre o di quello africano.

L'anomalia che raffredderà l'estate 

L'evento previsto è collegato puramente alla variabilità meteorologica, che ricordiamo agisce su scale temporali di qualche giorno e che nulla ha a che fare con il clima, che si definisce su scale decennali. Anche in epoca di riscaldamento globale infatti possono verificarsi fasi in cui le temperature risultano sotto media su determinate aree, ma per qualche giorno e questo non ne definisce la climatologia: in questa circostanza sarà il turno di Europa e parte del Mediterraneo. Ad ogni modo le fasi e le zone termicamente sotto media risultano sempre più minoritarie rispetto a quelle sopra la media a livello globale. Fa parte del gioco di scambio termico con la quale la Terra cerca di equilibrare la temperatura tra poli ed equatore: ad una 'offensiva' calda corrisponde sempre una risposta fredda, con scambi tanto più marcati quanto gli affondi sono in senso meridiano. Il problema attuale è che questi scambi meridiani partono da una base termica via via sempre più alta: in parole povere quando arriva il caldo è spesso sempre più caldo, mentre il freddo è sempre meno freddo, al netto di casi localizzati nel tempo e nello spazio che ci saranno sempre e che fanno parte appunto della variabilità meteorologica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il vortice scandinavo che raffredda l'estate: temperature giù anche di 10 gradi

Today è in caricamento