rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Le previsioni meteo

Pioggia e ancora pioggia, ma fino a quando? Le previsioni parlano chiaro

La primavera mostra il suo lato più inquieto. Dopo un aprile più freddo del normale, ora maggio sarà in larga parte piovoso e fresco

La prima decade di maggio si è dimostrata particolarmente instabile se non perturbata sull'Italia, a causa della reiterata discesa di perturbazioni ora dal Nord Europa, ora dall'Atlantico. E almeno fino al 20 maggio il Mediterraneo centrale e l'Italia saranno preda di nuove perturbazioni e vortici ciclonici a ripetizione, con la complicità della totale latitanza delle alte pressioni.

Piogge e temporali anche di forte intensità

"Questo non significa che pioverà ovunque ininterrottamente da mattina a sera" spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara. "Dovremo mettere in conto quasi quotidianamente l'acquazzone o il temporale improvviso, che potrà arrivare tra un'occhiata di sole e l'altra. I fenomeni potranno risultare localmente anche di forte intensità e accompagnati da grandine".

Di conseguenza non farà mai particolarmente caldo, anzi le temperature potranno risultare spesso sotto le medie del periodo, in particolare al Centronord. Le temperature massime infatti non dovrebbero quasi mai superare i 20-23 gradi, con qualche punta superiore giusto su Sicilia e Sardegna. In diversi casi i valori diurni potranno persino far fatica a raggiungere i 19-20°C, specie nelle aree più piovose. Sulle Alpi potrà inoltre tornare a nevicare alle alte quote ma con qualche sorpresa non esclusa a tratti fin sotto i 2000 metri.

Le temperature di aprile a livello nazionale sono risultate sotto complessivamente di 0.57°C al di sotto della media trentennale 1990-2020 (dati Isac-Cnr). Aprile 2023 rappresenta ormai un'eccezione rispetto a un trend di mesi consecutivi sopra la media termica; bisogna infatti risalire all'aprile del 2022 per riscontrare l'ultimo mese in cui eravamo sotto la media, ossia ben 12 mesi fa. E quindi maggio sarà ancora contraddistinto da una fredda anomalia. 

Dando credito alle simulazioni del modello Ecmwf almeno fino al 15-20 maggio le ondate di caldo precoci sarebbero scongiurate. In particolare le simulazioni mostrano la genesi di una circolazione ciclonica nella seconda decade di maggio con interessamento maggiore delle regioni centro meridionali, zone dove le precipitazioni risulterebbero sopra la media tipica del periodo. Queste invece si limiterebbero ad interessare l'Europa sud occidentale dove continuerebbe tra l'altro una grave siccità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pioggia e ancora pioggia, ma fino a quando? Le previsioni parlano chiaro

Today è in caricamento