Venerdì, 16 Aprile 2021

Meteo, l'estate arriva (ma non per tutti): le regioni in cui pioverà ancora nei prossimi giorni

Per la vera estate ancora bisognerà prestare pazienza per qualche giorno visto che saranno possibili, almeno fino a questo weeekend, rovesci e temporali localmente di forte intensità sulle regioni centro-settentrionali

Meteo, tra tre giorni inizia l'estate (e si vede, secondo gli esperti). “Dopo una lunga fase di tempo instabile e a tratti perturbato infatti, con nubifragi, forti temporali e grandinate su diverse regioni d'Italia, sembrerebbe possibile una tregua dall'instabilità grazie all'arrivo dell'anticiclone subtropicale sul Mediterraneo centro-occidentale e sull'Italia, il quale potrebbe favorire la prima fase di tempo estivo su gran parte della nostra Penisola a partire dall'inizio della prossima settimana”. Lo dice Andrea Vuolo, meteorologo di 3bmeteo.com, che aggiunge: "Saranno probabilmente le regioni centrali tirreniche, il Nord e la Sardegna a godere maggiormente della fase calda e stabile favorita dal rinforzo anticiclonico, mentre il medio-basso versante adriatico e l'estremo Sud (specie aree ioniche) saranno ancora in parte influenzate dalla presenza di una circolazione depressionaria in quota sui Balcani che favorirà l'innesco di acquazzoni e temporali diurni soprattutto in Appennino e sui settori collinari, con locali e veloci sconfinamenti sulle coste, il tutto con temperature più fresche senza particolari eccessi. In Pianura Padana e nei settori interni di Toscana, Umbria, Lazio si potranno localmente superare i 30°C da lunedì e per buona parte della prossima settimana, fin verso i 35°C in Sardegna”.

Fino al weekend (compreso) rischio serio di temporali sparsi in molte regioni italiane. “Bisognerà però ancora prestare pazienza qualche giorno visto che saranno possibili, almeno fino a questo weeekend, rovesci e temporali localmente di forte intensità sulle regioni centro-settentrionali” – avverte il meteorologo – “infatti l'Italia rimarrà in parte influenzata dalla presenza di un vortice ciclonico in quota sull'Ovest Europa da cui prenderanno vita ancora degli impulsi instabili di origine atlantica che favoriranno l'innesco di temporali proprio a ridosso delle aree alpine e appenniniche. Giovedì pomeriggio temporali più probabili su Alpi, Prealpi, pianure piemontesi, venete, friulane e a tratti sull'Ovest Emilia, nonché su Appennino umbro-marchigiano, laziale, abruzzese, molisano e sul Gargano. Venerdì temporali pomeridiano-serali soprattutto su Alpi e Prealpi centro-orientali, pianure di Lombardia, Veneto, Friuli, Ovest Emilia e Appennino centrale. Sabato qualche acquazzone ancora probabile su aree prealpine e Appennino centro-settentrionale, domenica ancora sull'Appennino centrale con interessamento anche delle aree costiere di bassa Toscana, Lazio e Campania, così come sui rilievi calabro-lucani”, conclude Vuolo. L'estate dal weekend in poi dovrebbe iniziare a far sentire i suoi veri effetti.

Il 2020 - va ricordato - è stato un anno con poca pioggia in molte zone d'Italia. Un esempio: nel comprensorio dell’Emilia Romagna centro orientale la quantità di precipitazioni, caduta dall’inizio dell’anno sino a Maggio, è la più bassa dagli anni ’50: a diffondere il dato è l’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI), che informa anche come si siano finora registrati solo 70 millimetri di pioggia nel Ferrarese ed in Romagna, così come circa 90 millimetri in provincia di Bologna.

È un record negativo, perfino se comparato alle medie di Israele, uno dei Paesi più siccitosi in assoluto e cui spesso si fa riferimento: la pioggia è stata appena il 30% di quella caduta ad Haifa e Gerusalemme, un’area del mondo, in cui mediamente piovono, nello stesso periodo, oltre 300 millimetri. Alle “desertiche” piogge registrate sino a Maggio sono seguiti alcuni acquazzoni nella prima decade di Giugno che, seppur positivi, non hanno cambiato la situazione. Fortunatamente, le piogge cadute in Piemonte e Lombardia hanno mantenuto i livelli del Po a quote idonee al prelievo, seppure in continuo preoccupante calo per settimane.

Meteo, quest'estate niente super caldo: cosa dicono gli esperti

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meteo, l'estate arriva (ma non per tutti): le regioni in cui pioverà ancora nei prossimi giorni

Today è in caricamento