rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Meteo

Weekend di freddo e neve a bassa quota col pericolo valanghe

Un nuovo peggioramento delle condizioni meteo attende l'Italia. Le regioni dove c'è l'allerta della Protezione civile e dove c'è il rischio di valanghe

Un nuovo peggioramento delle condizioni meteo attende l'Italia nel weekend. Il maltempo sarà un elemento comune per più regioni da Nord a Sud. Ci attendono giorni freddi e con neve a bassa quota. Secondo il meteorologo Edoardo Ferrara di 3bmeteo.com "S prospetta l’ennesimo peggioramento a opera di un profondo ciclone mediterraneo che dal Tirreno attraverserà il Sud Italia per poi portarsi nel corso del weekend in pieno Adriatico".

La Protezione civile ha emesso un nuovo bollettino per domani 21 gennaio con allerta arancione in Campania e allerta gialla in otto regioni: Basilicata, Calabria, Molise, Puglia, Sardegna, Abruzzo, Sicilia e Sardegna.

"Sconsigliato mettersi in viaggio": la bufera di neve sul Centro Italia

Avviso protezione civile 21 gennaio 2023

Secondo l'esperto di 3bmeteo il weekend "sarà burrascoso al Centrosud con neve a quotecollinari, ma a tratti fino in pianura sull’entroterra adriatico. Al Nord la situazione sarà più tranquilla ma forti gelate".

"Avremo - dice Ferrara - condizioni di maltempo talora severo al Sud sul medio versante Adriatico nel corso del weekend con piogge, rovesci, temporali accompagnati anche da grandine e/o graupel (neve tonda, ndr). Fenomeni più occasionali ma comunque possibili anche sul medio versante tirrenico, sempre nevosi a quote basse, pur alternati a maggiori momenti soleggiati. Tempo asciutto al Nord con ampie aperture, ma freddo intenso e forti gelate notturne anche in pianura. Faranno eccezione Emilia orientale, Romagna e Friuli Venezia Giulia dove potranno verificarsi locali precipitazioni, nevose a quote prossime la pianura, in primis sui settori romagnoli. Al Nord tuttavia il tempo potrebbe tornare a peggiorare a inizio della prossima settimana con nuove precipitazioni specie su Triveneto, Emilia Romagna, bassa Lombardia e basso Piemonte, nevose in collina o a tratti in pianura".1200 weekend 21-22 meteo europa-2Ferrara sottolinea un fenomeno curioso: "Secondo le ultime analisi questo ciclone potrebbe assumere caratteristiche sinottiche e termodinamiche del tutto simili a quelli tropicali tra sabato e domenica sull’Adriatico centrale. Se questo si concretizzasse ci troveremmo nella situazione piuttosto clamorosa in cui un vortice simil tropicale interagirà con aria artica e sarà accompagnato da freddo e neve a quote basse".

Neve a bassa quota e vento

Nel weekend è prevista la neve a quote collinari al Centrosud, ma a tratti non esclusa anche in pianura tra Romagna, Marche e Abruzzo. Neve dunque in città come Campobasso, Potenza, l’Aquila, Urbino, a tratti anche Macerata, Ascoli Piceno, Teramo, Sulmona, Avellino e non esclusa mista a pioggia a Cosenza e Benevento. Neve a tratti in pianura anche sulla Romagna e fino a 300-500 metri tra Gargano e Molise.

Si attendono anche forti raffiche di vento "che soffierà a tratti tempestoso dapprima di Ostro e Libeccio, poi di Tramontana e Maestrale, con raffiche anche di oltre 70-80km/h, se non oltre 100km/h su basso Tirreno e tra le Isole Maggiori, con violente mareggiate e onde anche di oltre 8-10metri al largo. Venti forti anche sull’Adriatico, con raffiche di oltre 70-80km/h”.

Il pericolo valanghe

In aumento il pericolo di valanghe lungo la dorsale Appenninica a causa delle diffuse e abbondanti nevicate. La segnalazione arriva da MeteoMont Carabinieri. Mentre sull'arco alpino è stazionario e diversificato. In particolare, sull'Appennino settentrionale il grado di pericolo previsto è "moderato 2" con tendenza in aumento a "marcato 3" sui settori adriatici e più orientali, alle medie-alte quote e a tutte le esposizioni. Sull'Appennino meridionale il pericolo passa da "debole 1" a "moderato 2" alle medie-alte quote, a tutte le esposizioni. Mentre sul centrale il pericolo è "marcato 3", alle medie e alte quote, a tutte le esposizioni. La tendenza è in aumento sui settori adriatici, dove sono previste le nevicate di maggiore intensità, fino a un massimo di "forte 4" localmente alle alte quote. Sulle Alpi il pericolo di valanghe è variabile tra "debole 1" , sulle alte quote delle Alpi Ligure e Prealpi, "moderato 2", sulle alte quote delle Alpi occidentali e delle Prealpi, fino a un massimo di "marcato 3", sulle alte quote delle Alpi centro-orientali e nei settori a ridosso dei confini delle Alpi occidentali. 

valanhe 21 gennaio

Tutte le notizie su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Weekend di freddo e neve a bassa quota col pericolo valanghe

Today è in caricamento