Sabato, 27 Febbraio 2021

Meteo, "brutte sorprese" in arrivo da mercoledì in poi

Da metà settimana piogge e qualche temporale, talora di forte intensità, potranno interessare Nord Ovest, Sardegna e Toscana per poi estendersi a Lazio e Sicilia

La prima parte della settimana non riserverà brutte sorprese sul fronte meteo. Ma da mercoledì in poi la situazione potrebbe cambiare, con un peggioramento su più regioni e forti piogge. "Prima parte della settimana all'insegna del tempo tutto sommato discreto, con temperature miti di giorno, mentre da mercoledì è previsto un peggioramento sui settori occidentali per l'arrivo di una perturbazione dalla Spagna. A dirlo è il meteorologo di 3bmeteo.com Francesco Nucera che aggiunge – Questo avvio di Autunno si caratterizza per la mancanza delle vere perturbazioni atlantiche, a causa di un anticiclone sempre ingombrante in Europa”.

Tempo discreto e clima mite caratterizzano questa seconda settimana di Ottobre. A parte qualche incertezza sui rilievi del Centro Sud sarà il sole a prevalere sulle nostre Regioni. Il clima risulterà mite, specie di giorno, con massime che saranno sopra le medie del periodo. I valori potrebbero toccare i 25°C sulla Pianura Padana e in Toscana, 23-24°C su Lazio, Umbria ed Isole Maggiori, tra 20 e 23°C sul resto del Sud e sul versante adriatico per via di infiltrazioni di aria fresca dai Balcani.

Piogge da mercoledì

Tra mercoledì e giovedì arriverà una perturbazione dal Mediterraneo occidentale. L'alta pressione in rinforzo sul Baltico contrasterà con un'ampia ruota di bassa pressione di provenienza atlantica. Lo spostamento dei massimi sull'Europa nordorientale consentirà a un fronte nuvoloso di raggiungere le nostre regioni, coinvolgendo in particolare i versanti occidentali italiani. Piogge e qualche temporale, talora di forte intensità, potranno interessare Nord Ovest, Sardegna e Toscana per poi estendersi a Lazio e Sicilia. “Sul resto della Penisola la situazione rimarrà per il momento invariata” - concludono da 3bmeteo. Secondo iLMeteo.it le precipitazioni potranno insistere per parecchie ore sulle medesime regioni, in particolar modo sul Piemonte e sulla Liguria.

2018, in Italia l'anno più caldo dall'800

L'anno più caldo, almeno in Italia, dal 1800. Nel 2018 nel nostro paese si è registrata una temperatura superiore di 1,49 gradi rispetto alla media storica e il 2018 si classifica come l'anno piu` bollente dal 1800, anno in cui sono iniziate le rilevazioni. E` quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Isac Cnr relativi ai primi nove mesi dell`anno in riferimento all'allarme degli scienziati del Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico, l'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) sul riscaldamento globale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meteo, "brutte sorprese" in arrivo da mercoledì in poi

Today è in caricamento