Venerdì, 7 Maggio 2021
La tendenza meteo

Quando finirà il freddo?

Le temperature si mantengono ancora sotto la media del periodo e non c'è nessuna svolta dietro l'angolo. Un primo (graduale) cambiamento potrebbe arrivare nell'ultima decade del mese

Foto di repertorio

Non è un aprile memorabile (pandemia a parte) per chi ama le temperature miti. Su gran parte della penisola il freddo continua a impervsare, colpa soprattutto dello sbilanciamento dell’anticiclone verso nord con il consegumento ingresso sull’Europa centrale e sull’Italia di aria più fredda. La cattiva notizia è che andrà così ancora per un po'. Nei prossimi giorni non è purtroppo prevista nessuna inversione di rotta. Anzi. Di notte farà ancora freddo e in generale le temperature si manterranno sotto la media del periodo. Per il resto il clima sarà in larga parte variabile, con giornate per lunghi tratti soleggiate ma anche qualche addensamento e qualche rovescio specie in Sardegna e sull’Italia sud peninsulare nella giornata di venerdì. Quanto dovremo aspettare allora per rivedere un clima consono alla stagione? Ad oggi, stante la distanza temporale, è difficile dirlo con certezza, ma qualche risposta si può azzardare guardando ai modelli previsionali a medio termine.

Quando finirà il freddo? Cosa dicono i modelli previsionali

Secondo 3Bmeteo, nel corso della settimana che va dal 19 al 25 aprile le temperature saranno in lieve aumento, anche se la nostra Penisola risentirà ancora "di condizioni di moderata instabilità" benché in lieve attenuazione rispetto alla settimana precedente. Potremmo dunque rivedere un clima più primaverile, ma non ci sarà una vera e propria svolta calda.

Nel corso della settimana successiva (26-02 maggio) è invece "intravista" specie sullo scadere del periodo una fase più stabile caratterizzata finalmente dalla presenza dell'anticiclone. Le temperature dovrebbero salire ancora, fino a raggiungere valori sopra la media del periodo. Si tratta, come premesso, di previsioni da prendere con cautela dal momento che la distanza temporale è abbastanza marcata.

Un graduale cambiamento nell'ultima decade del mese?

Giulio Betti, meteorologo e climatologo presso il Consorzio LaMMA (un ente specializzato della Regione Toscana) e l'Istituto di Biometeorologia del CNR di Firenze, ha spiegato ieri su Twitter che "le nuove mappe probabilistiche a medio termine" indicano "la possibile persistenza, fino 19-20 aprile, di pressioni più basse del normale su Europa centrale e Mediterraneo". Di conseguenza le temperature si manterranno inferiori alle medie "su buona parte del continente" e il periodo in questione continuerà ad essere caratterizzato da condizioni di instabilità. L'ultima decade del mese "dovrebbe vedere un progressivo riassorbimento dell'anomalia pressoria e termica" osserva il metereologo, "sebbene ad oggi il processo appaia piuttosto lento" e la configurazione attuale risulti "scarsamente evolutiva".

quando finira freddo-2

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Today è in caricamento