rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
NEI GIORNI DELLE PROTESTE / Iran

Iran sempre più nel caos, voci sulla morte di Ali Khamenei

Guida suprema del regime islamico, era stato operato di cancro. La notizia viene data per certa dagli oppositori rifugiati a Londra

L'ayatollah Ali Khamenei, guida suprema dell'Iran, sarebbe morto. La notizia viene data per certa dagli oppositori iraniani rifugiati a Londra, contattati da Today.it, ma anche da connazionali che vivono a Milano e Roma. La voce circola sulle chat che riescono ad aggirare la censura di Teheran, anche se manca la conferma ufficiale dal governo, già alle prese con la sanguinosa repressione delle manifestazioni scoppiate dopo la morte di Mahsa Amini, Hadith Najafi e delle altre ragazze uccise dal regime.

“Noi non abbiamo dubbi che Ali Khamenei sia morto - spiega un esiliato a Londra, che chiede l'anonimato -. Giorni fa all'aeroporto Mehrabad di Teheran è stato organizzato un volo, protetto da imponenti misure di sicurezza. Molti credono che quel volo trasportasse il corpo di Khamenei”.

“La notizia non viene diffusa dal regime - continua la fonte - perché il dubbio che Ali Khamenei sia ancora vivo mantiene unito il cerchio del potere nell'attuale situazione iraniana e nella repressione delle proteste. Se venisse annunciata la morte di Khamenei, il cerchio del potere si spaccherebbe e molti scenderebbero a patti con il popolo iraniano per evitare di essere processati in futuro”.

Sempre secondo la stessa rete di esuli rifugiati a Londra, per la salma di Ali Khamenei sarebbe stato preparato il trasferimento in aereo nella città santa irachena di Najaf: “Non sappiamo nulla sulla sua sepoltura. Ma se questo fosse avvenuto in Iran, si sarebbe scoperto e la notizia della morte sarebbe circolata. Poiché la situazione resta incerta ed è possibile che finisca con una rivoluzione, l'unica città dove gli esponenti del governo potranno andare a rifugiarsi è Najaf in Iraq”.

Già in mattinata la notizia della morte della guida spirituale sciita era circolata sulle chat dei medici iraniani che lavorano in Europa. “A inizio settembre Ali Khamenei è stato operato di cancro alla prostata - spiega uno di loro -. È singolare che, con tutto quello che sta accadendo in Iran, non si faccia vedere da tempo. A parte la sua voce, che potrebbe essere registrata, è sparito”.

La morte potrebbe risalire a sabato, quando un gruppo di hacker ha interrotto il discorso - forse registrato - di Khamenei alla tv di Stato, sostituendolo con immagini dell'ayatollah avvolto dalle fiamme e da fotografie di Mahsa Amini e di altre tre ragazze uccise dal regime negli ultimi giorni. Ma non è escluso che il decesso possa essere avvenuto ancor prima.

Ali Khamenei, 83 anni, già dato per morto altre volte, è stato presidente dell'Iran dal 1981 al 1989 quando, alla scomparsa del fondatore della repubblica islamica, l'ayatollah Ruhollah Khomeyni, l'Assemblea degli esperti dell'orientamento lo ha eletto guida suprema.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iran sempre più nel caos, voci sulla morte di Ali Khamenei

Today è in caricamento