rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
IL CASO

Aboutreika, l'egiziano che dice "no" a Papa Francesco per Gaza

Mohamed Aboutreika ha declinato l'invito di Zanetti a partecipare alla prima "partita interreligiosa per la Pace" a causa della presenza di tre giocatori israeliani: "Io con i sionisti non gioco"

Ci saranno Pirlo, Roberto Baggio, Messi e Ronaldinho. Ma anche i giocatori israeliani Yossi Benayoun, Dudu Aouate e Tomer Hemed. E "a causa" della presenza di questi ultimi un'altra delle star del calcio che avrebbe dovuto prendere parte alla prima "partita interreligiosa per la Pace", organizzata dal vice presidente dell'Inter Javier Zanetti su ispirazione di Papa Francesco, l'egiziano Mohamed Aboutreika ha detto "no": "Io con i sionisti non gioco".

L'ex leggenda della nazionale egiziana ha rifiutato di scendere in campo il prossimo 1 settembre allo stadio Olimpico per motivi "politici", con un evidente "occhio" alla crisi di Gaza, mettendo le proprie idee davanti a un evento che vuole essere esattamente il contrario di ciò che il suo "no, grazie" rappresenta: l'incontro tra "diversi", "uniti" nello sport per lanciare il messaggio che lo si può (e deve) essere ogni giorno nella "vita reale".

Nessuno può giudicare la bontà (o meno) delle motivazioni del calciatore, che già nel 1998 aveva preso posizione sul tema mostrando una maglietta con la scritta "Un pensiero per Gaza" dopo un suo gol in nazionale, ma di sicuro si tratta di un'occasione persa. Un "no" a quell'occasione che Zanetti ha presentato invece come "unica, per dimostrare quanto lo sport, il grande calcio in particolare, possa veicolare un messaggio di fratellanza e condivisione che unisca tutti i popoli nel nome della pace".

Scendere in campo con il "nemico" per Aboutreika sarebbe stato un gesto irrispettoso per le vittime della Striscia di Gaza. Ma probabilmente sarebbe stato invece un gesto per far capire che ogni divisione può essere superata, e che quando la cronaca riporta notizie di morte e distruzione lo sport può far andare in "apertura" sui giornali, almeno per un giorno, un messaggio diverso.

Gaza, la guerra negli occhi dei bambini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aboutreika, l'egiziano che dice "no" a Papa Francesco per Gaza

Today è in caricamento