rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
RUSSIA / Russia

Mosca riparte a fatica dopo la lunghissima sbronza di Capodanno

Durante le vacanze il paese è paralizzato, non vengono nemmeno stampati i quotidiani. E gli effetti degli abusi di alcol sono deleteri

In gran parte del mondo, anno nuovo vuol dire un nuovo inizio, un momento per i buoni propositi, le iscrizioni in palestra, promesse di essere più produttivi. In Russia invece vuol dire due settimane di grandi bevute.

Il paese solo adesso sta iniziando a riemergere dalla sua ultima sbronza, che è cominciata a Capodanno ed è terminata solo domenica scorsa. Le autorità sanitarie sottolineano che ci vorrà del tempo per un pieno recupero.

Yevgeny Bryun, uno dei medici di riferimento nella lotta alle droghe a Mosca: "Le vacanze lunghe sono sempre devastanti. L'abuso prolungato di alcol ha un impatto tossico e gli effetti possono durare anche un mese. L'alcol viene completamente processato dall'organismo solo dopo tre settimane".

Le attività commerciali hanno riaperto soltanto il 9 gennaio dopo la pausa di fine anno. Nelle vacanze il paese è paralizzato, non vengono nemmeno stampati i quotidiani. In tanti prolungano i festeggiamenti fino al 13 gennaio, giorno in cui la Russia celebra il nuovo anno secondo il vecchio calendario giuliano.

Gli economisti stimano che il prodotto interno lordo perda 1 trilione di rubli (20 miliardi di sterline) a causa della lunghissima pausa, secondo quanto riferisce l'agenzia di stampa Ria Novosti.

RUSSIA, IL BOOM DEI CENTRI COMMERCIALI

I russi non rinuncerebbero mai a queste vacanze. In tanti lasciano il paese per viaggiare in paesi caldi, al punto che alcuni quartieri di Mosca sembrano quelli di una città fantasma. Tanti altri semplicemente fanno festa per giorni e giorni, in una sorta di sbronza collettiva.

Un esperto ha valutato che se tutte le bottiglie bevute in Russia durante le ultime vacanze invernali venissero allineate sull'equatore, farebbero il giro del mondo per ben 17 volte. Un centro di ricerca medica ha fatto i suoi conti: sono state bevute 100 milioni di bottiglie di birra e 250 milioni di bottigilie di vodka, la bevanda nazionale.

"Le vacanze sono vacanze soltanto per la gente normale, ma per i dottori sono giorni di duro lavoro" scrive il sito MedPortal. "Il vero divertimento inizia tre o quattro giorni dopo la fine delle vacanze. I cittadini, che hanno fatto abuso di alcol per almeno 10 giorni, improvvisamente si rendono conto che devono tornare al lavoro". Fonte: The Guardian

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mosca riparte a fatica dopo la lunghissima sbronza di Capodanno

Today è in caricamento