rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
AFGHANISTAN / Afghanistan

Afghanistan, 2mila soldati Usa morti dal 2001

Sono circa 20mila i civili afghani che hanno perso la vita dall'inizio del conflitto. Entro il 2014 è previsto il ritiro delle truppe statunitensi dal Paese

Sono 2mila i soldati statunitensi che dal 2001 hanno perso la vita in Afghanistan. Questo macabra soglia è stata raggiunta sabato, quando due militari americani sono stati uccisi in una sparatoria avvenuta in un check point nella provincia di Wardak, nella parte orientale del Paese. 

Ancora non è stata chiarita la dinamica dell'attacco. In un primo momento si era parlato di un “fraintendimento” avvenuto tra le forze statunitensi e quelle afghane. “Le circostanze erano confuse e stiamo cercando, per quanto è possibile, di ricostruire quanto è accaduto” ha dichiarato alla Bbc il generale Adrian Bradshaw, vice comandante delle forze Isaf. 

11 anni di guerra - Ora che il numero dei soldati statunitensi morti in Afghanistan ha raggiunto la soglia dei 2mila, ci si interroga sul senso di questa guerra che, insieme con il conflitto del Vietnam, è destinata ad essere uno dei capitoli più neri della storia bellica americana.

L'operazione “Enduring Freedom” (Libertà duratura) ebbe inizio il 7 ottobre del 2001, con lo scopo ufficiale di uccidere Osama bin Laden e distruggere i terroristi di al Qaeda, autori degli attentati dell'11 settembre. La capitale Kabul cadde dopo poche settimane, ma ancora oggi non si può certo parlare di un territorio pacificato. 

20mila vittime tra i civili - Da allora sono più di mille i soldati non americani che hanno perso la vita nel conflitto. Più difficile è invece contare il numero dei civili caduti in questi 11 anni anche se, secondo il Washington Post, le vittime dovrebbero essere circa 20mila. 10mila sono invece gli agenti di sicurezza afghana che hanno perso la vita, mentre sono più di 17mila i soldati statunitensi rimasti feriti.

"Insider attack" - Entro il 2014 è previsto il ritiro della truppe statunitensi dall'Afghanistan, ma la situazione nel Paese sembra tutt'altro che sotto controllo. Negli ultimi mesi si è assistito ad un aumento degli “Insider attack”, vale a dire degli attacchi lanciati contro i soldati occidentali dagli insorti, riusciti ad infiltrarsi tra gli agenti afghani. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Afghanistan, 2mila soldati Usa morti dal 2001

Today è in caricamento