Giovedì, 18 Luglio 2024
Mondo Francia

Bimbo ebreo picchiato per strada: "Atto ignobile"

Un bambino di otto anni di confessione ebraica che indossava una kippa è stato picchiato lunedì da due giovani a Sarcelles, in Francia. Sdegno del presidente Macron

"Ogni volta che viene aggredito un cittadino francese per età, appartenenza o per la sua confessione, è come se venisse aggredita l'intera Repubblica": così ha reagito con un primo tweet il presidente francese Emmanuel Macron alla notizia dell'aggressione di un bambino ebreo di otto anni che indossava una kippa. "Un bambino di 8 anni è stato aggredito a Sarcelles, perché portava una kippa. Ed è tutta la Repubblica che si schiera accanto ai francesi di confessione ebraica per combattere con loro e per loro contro questi atti ignobili", ha aggiunto in un secondo tweet.

Un bambino di otto anni di confessione ebraica che indossava una kippa è stato picchiato lunedì da due giovani a Sarcelles (Val-d'Oise), aggressione per la quale la procura ha parlato di "movente antisemita". Il bambino è stata aggredito mentre si recava ad un corso di ripetizione, ha precisato la Procura. "Lo hanno fatto cadere a terra e gli hanno dato dei colpi", ha aggiunto una fonte di polizia. Secondo la vittima, gli aggressori avevano una quindicina d'anni. 

Il tweet di Macron:

mavron

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo ebreo picchiato per strada: "Atto ignobile"
Today è in caricamento