Venerdì, 17 Settembre 2021
Mondo

Al Qaida è tornata, diffuso un video con 6 ostaggi stranieri

Il ramo malese dell'organizzazione terroristica ha pubblicato il filmato su Telegram: tra le persone tenute in ostaggio ci sono la missionaria svizzera Beatrice Stockly e la francese Sophie Pétronin

Gli ostaggi di al Qaida

Al Qaida è tornata. Il ramo malese del gruppo terroristico ha diffuso un filmato in cui mostra sei ostaggi stranieri, tra cui l’australiano Arthur Kenneth Elliott, 82 anni, e la francese Sophie Pétronin. Il video, di 16 minuti e 50 secondi, non ha una data precisa ed è stato pubblicato ieri su Telegram dal “Gruppo di sostegno all’Islam e ai musulmani”.

Gli altri quattro ostaggi – riferisce Site, che monitora l’attività dei gruppi jihadisti nel mondo – sono il sudafricano Stephen McGown, rapito da al Qaida nel Nord del Mali a novembre 2011, il rumeno Iulian Ghergut, preso in ostaggio ad aprile 2015 in Burkina Faso, la missionaria svizzera Beatrice Stockly, rapita nel gennaio 2016 da al Qaida nel Maghreb islamico, e la religiosa colombiana Gloria Cecilia Narvaez Argoti, sequestrata in Mali a febbraio del 2017. 

Il chirurgo Arthur Kenneth Elliott e la moglie Jocelyn erano stati prelevati in Burkina Faso a gennaio 2015. La donna è stata poi liberata a febbraio 2016. La francese Petronin, invece, era stata rapita a dicembre del 216 da uomini armati a Gao, nel Nord del Mali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Qaida è tornata, diffuso un video con 6 ostaggi stranieri

Today è in caricamento