Lunedì, 15 Luglio 2024
Mondo Regno Unito

Alfie come Charlie, giudice inglese autorizza l'ospedale a staccare la spina

Il piccolo è affetto da una rara patologia neurodegenerativa che i medici non sono riusciti a individuare. "Tenerlo in vita è disumano", dicono, e il giudice ha dato loro ragione. I genitori volevano portarlo al Bambino Gesù

Come per Charlie Gard, un giudice dell'Alta Corte di Londra ha autorizzato i medici a staccare i macchinari che tengono in vita il piccolo Alfie Evans, il bimbo di 21 mesi ricoverato all'ospedale pediatrico di Liverpool per una rara e misteriosa patologia neurologica e degenerativa che i medici non sono riusciti ancora a decifrare. 

I genitori di Alfie, Tom e e Kate Evans, si sono sempre opposti e avevano chiesto di poterlo portare a Roma, per un trattamento all'ospedale Bambino Gesù, e ora stanno valutando se fare appello contro la decisione dell'Alta Corte.

Secondo il giudice, Alfie ora ha bisogno di "quiete, pace e riservatezza" e ha dato ragione quindi ai medici i quali sostengono che continuare a tenere in vita il bambino in queste condizioni sia "crudele, ingiusto e disumano". Presentando la propria motivazione, il magistrato ha ammesso di aver raggiunto questa decisione con grande tristezza.

L'Alder Hey Childen's Hospital dovrebbe spegnere il macchinario che tiene in vita Alfie venerdì 23 febbraio, scrive la Bbc. In un comunicato, la direzione dell'ospedale ha fatto sapere che continuerà a lavorare con i genitori di Alfie per portare avanti un piano di cure palliative "il più appropriato possibile" per il bimbo, durante quello che sarà "un periodo molto difficile". "Sfortunatamente ci sono rare situazioni come questa per le quali non è possibile raggiungere un accordo e il team medico ritiene che continuare il trattamento non sia nel miglior interesse del bambino". 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alfie come Charlie, giudice inglese autorizza l'ospedale a staccare la spina
Today è in caricamento