Lunedì, 15 Luglio 2024
Il caso / Brasile

La modella morta dopo un lifting ai glutei

La 33enne, Aline Ferreira, modella e influencer brasiliana, è deceduta dopo essersi sottoposta a un intervento estetico in cui le sarebbe stato iniettato del polimetilmetacrilato. La clinica, risultata priva di ogni licenza sanitaria, è stata chiusa

Prima l'intervento estetico, poi il malore improvviso e infine la morte. La polizia brasiliana ha avviato un'indagine sulla morte di Aline Ferreira, influencer e modella, deceduta dopo essersi sottoposta a un'operazione di lifting ai glutei. Tutto è iniziato lo scorso 23 giugno, quando la 33enne è andata sotto i ferri per il cosiddetto BBL (Brazilian Butt Lift), un intervento estetico a dir poco rischioso, che consente di aumentare la dimensione dei glutei. Una volta tornata a casa la donna stava bene, come confermato anche dal marito, ma le sue condizioni sono iniziate a peggiorare il giorno successivo. Prima la febbre alta, poi il 26 giugno l'improvviso peggioramento, con Aline che ha accusato un forte dolore all'addome, prima di perdere i sensi. La donna è stata ricoverata in ospedale in stato di coma e, dopo due arresti cardiaci avvenuti venerdì e domenica della scorsa settimana, si è spenta martedì 2 luglio.

I medici che hanno provato a salvarla sono riusciti a individuare la causa del malore che ha colpito la modella: nei glutei le era stato iniettato del polimetilmetacrilato, una sostanza simile al vetro, utilizzata per realizzare le prime lenti a contatto. Come riportano i media brasiliani, la clinica nega di aver usato questa sostanza, ma dalle indagini è emerso che non fosse autorizzata ad effettuare questo genere di intervento. La polizia di Goiás, che sta indagando sul caso, ha disposto la chiusura della struttura, che è risultata priva di ogni licenza sanitaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La modella morta dopo un lifting ai glutei
Today è in caricamento