rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
ELEZIONI

Il voto italiano analizzato dalla stampa di tutto il mondo

La stampa di tutto il mondo racconta il voto italiano: il boom di Grillo, il rifiuto dell'austerity, il ritorno di Berlusconi, l'ingovernabilità del paese.

La stampa di tutto il mondo si interroga sul futuro politico dell'Italia. I risultati del voto analizzati dalla stampa estera, paese per paese. Se in Inghilterra prevalgono le proeccupazioni per il significato anti-euro dei buoni riultati ottenuti dal Pdl e dal Movimento Cinque Stelle, in Russia i titoli dei quotidiani si concentrano sulla evidente ingovernabilità del paese. Lo stallo politico è evidenziato anche dalla stampa di Parigi, mentre in Spagna ci si preoccupa della reazione dei mercati. I giornali statunitensi riassumono in tre punti chiave il voto: il rifiuto dell'austerity, il ritorno di Berlusconi, l'ingovernabilità del paese.

INGHILTERRA
Una minaccia per l'euro. L'esito delle elezioni italiane è stato caratterizzato dall'incertezza, ma la stampa britannica ha pochi dubbi nell'interpretazione del risultato delle urne, che rischia di addensare nuove nubi sul futuro e sulla stabilità dell'eurozona. "Le elezioni italiane scatenano nuovi timori per l'euro", titola il Guardian, uno dei due grandi quotidiani d'oltremanica a parlare in prima pagina delle elezioni in Italia. Linea di pensiero condivisa dal Financial Times. "La suspense in Italia porta all'instabilità", è l'apertura del quotidiano economico.

Un dato del voto di domenica è stato indubbiamente la rimonta del presidente del Consiglio uscente Silvio Berlusconi e del Pdl, che molti nei primi sondaggi davano piuttosto indietro nelle preferenze rispetto al centro-sinistra: un altro dato che rischia, secondo i media d'oltremanica, di "destabilizzare" i mercati. "Investitori spaventati, mentre il risultato alle urne di Berlusconi infrange le speranze di un governo stabile", scrive l'Independent, che aggiunge: "Berlusconi in realtà ha parlato con un po di buon senso, ma terrorizza i mercati".
L'altro vincitore, forse il vero vincitore, è Beppe Grillo ed è sul leader del Movimento Cinque Stelle, ribattezzato 'joker', su cui si sofferma l'autorevole Times. "Timori per l'eurozona, mentre gli italiani sostengono il joker Grillo", scrive il quotidiano, che definisce Grillo comico 'anti-corruzione'.

Dà una lettura economica all'esito delle urne anche il Telegraph, che osserva come "la crisi del debito europeo incombe di nuovo visto che gli italiani sfidano le richieste di austerity dell'Ue". Il giornale parla di strategia sulla crisi del debito "nel caos" da ieri sera dopo che i partiti italiani che avversano il rigore sembrano sul punto di conquistare la maggioranza nel parlamento, complicando notevolmente gli sforzi per formare un governo in grado di realizzare le riforme imposte dall'Ue". Secondo la Bbc quello italiano è stato "un voto di protesta".

La tv pubblica britannica parla di "Italy deadlock", sostanzialmente stallo italiano, con il centro-sinistra che si aggiudica di un soffio la Camera ma con il partito dell'ex presidente Berlusconi che definisce il "too close to call", come avviene negli Stati Uniti: scarto troppo ridotto per proclamare un vincitore.

RISULTATI: IL PAESE E' INGOVERNABILE

RUSSIA
"L'Italia si ritrova in una situazione comica": gioca con le parole e il passato di Beppe Grillo il titolo di apertura di Gazeta.ru, seguitissimo sito di notizie in Russia, che oggi riflette sul voto italiano, che "può portare alla destabilizzazione politica del Paese". I risultati delle elezioni di domenica e lunedì "già preoccupano gli investitori, che temono un rifiuto delle misure di austerità". E proprio questo rifiuto, sostiene Gazeta, ha fruttato al Movimento Cinque Stelle l'incredibile exploit elettorale.

Il canale televisivo Rossiya 24 apre il suo notiziario puntando i riflettori sul "vantaggio simbolico della sinistra e il trionfo di un comico" in Italia. Anche qui stessa lettura: forte instabilità all'orizzonte. Mentre il sito del quotidiano Izvestia riporta i risultati, tuttavia la valutazione è sempre quella di un articolo della vigilia del voto, oggi semplicemente aggiornato: "Il ritorno di Berlusconi complicherà l'uscita dell'Italia dalla crisi".

Kommersant titola "Bersani ha perso l'Italia", sottolineando come i risultati del voto "minacciano l'ingovernabilità". Con la vittoria sul filo di lana del centrosinistra alla Camera e l'assenza di una maggioranza al Senato "si concretizzano le peggiori previsioni degli osservatori".

FRANCIA
Il voto di domenica e lunedì in Italia consegna un paese "ingovernabile": è questa la principale conclusione a cui giungono i principali quotidiani francesi, all'indomani delle elezioni.

"Dalle urne esce un'Italia ingovernabile". Questo il titolo in prima pagina pubblicato dal quotidiano Liberation. L'articolo è accompagnato da una fotografia che ritrae Pierluigi Bersani accanto a Matteo Renzi. "La coalizione di Pier Luigi Bersani ottiene la maggioranza alla Camera dei deputati, ma è stata maltrattata in Senato. La formazione di un governo sembra complessa", aggiunge il giornale francese. Ancora più esplicito il titolo scelto per l'edizione cartacea. "Frattura all'italiana". "Con una sinistra vittoriosa di misura alla Camera e senza maggioranza chiara al Senato, l'Italia si ritrova ancora una volta fragile e ingovernabile", si spiega nella prima pagina.

"Italia: minaccia di un blocco politico dopo le elezioni", è invece il titolo scelto dal quotidiano Le Figaro. "Gli italiani hanno espresso il loro malcontento nei confronti dei partiti tradizionali e dell'Europa, senza una chiara maggioranza", si argomenta, mentre in un altro articolo si aggiunge: "il ritorno di Berlusconi fa crollare i mercati". E, dopo le elezioni in Italia, "le aziende francesi sono preoccupate". "Senza maggioranza chiara, l'Italia è nell'impasse", titola invece il quotidiano Le Monde nell'apertura della sua edizione online. Mentre Beppe Grillo, indicato come "il grande vincitore", ribadisce il suo impegno: "Manterremo tutte le promesse".

GERMANIA
"Grande confusione, chi ha il potere nella bella Italia?" Con questo titolo, a caratteri verdi, e rossi come l'insegna di una pizzeria in Germania, il tabloid Bild apre oggi la sua edizione online. Ai lati del titolo le foto di Silvio Berlusconi e Pier Luigi Bersani che gesticolano completano il quadro, in cui manca solo un mandolino. "Le elezioni italiane - scrive il giornale, che è il più letto in Germania - hanno portato a una situazione di stallo politico" e per "ironia della sorte" la "terza più grande economia della zona euro dopo le elezioni è sull'orlo dell'ingovernabilità".

"Gli italiani dicono basta all'Europa", titola il conservator-popolare Die Welt, secondo cui "quel che succederà in Italia dopo questo risultato elettorale dipenderà in gran parte dal Movimento 5 Stelle". Per il quotidiano "Berlino e Bruxelles volevano tanto un governo stabile con Bersani, ma gli elettori hanno rifiutato e premiato Berlusconi e Grillo".

"Il Paese è in una situazione molto delicata", apre invece la Frankfurter Allgemeine Zeitung, l'autorevole giornale dell'elite conservatrice, citando la prima dichiarazione di Pier Luigi Bersani ieri notte. Anche per la Faz, "dopo le elezioni parlamentari c'è la minaccia di uno stallo politico": il centro-sinistra di Bersani ha infatti ottenuto la maggioranza alla Camera, ma al Senato l'alleanza di centro-destra di Berlusconi ha la maggioranza dei seggi".

"Prima l'incubo, poi il risveglio", è il titolo della Sueddeutsche Zeitung, giornale progressista di Monaco di Baviera, secondo cui "ciò che tutti temevano è ormai una realtà: l'Italia ha scelto una situazione di stallo, un blocco, l'ingovernabilità". Un altro articolo si intitola "Governeranno il populismo, le grida e le menzogne": secondo la Sueddeutsche, "due comici hanno gareggiato nelle elezioni", Silvio Berlusconi e Beppe Grillo, e "sono stati ricompensati per le loro grida calunniose". All'interno, Stefan Kornelius scrive che dalle elezioni italiane emerge una "lezione speciale" per tutti i partecipanti alla crisi dell'euro: "Chi esita perde, chi mena il can per l'aia viene punito". Il riferimento è alla "politica seria" di Monti colpevole di aver indugiato e del centrosinistra di Pier Luigi Bersani che "ha fatto le cose a metà".

Infine, il giornale bavarese dedica un pezzo specifico anche a Silvio Berlusconi e al rischio-mercati: "Berlusconi sta per alti tassi di interesse", è il titolo, e la tesi è che "il voto in Italia è stato anche sul futuro della zona euro". "Perché Berlusconi ancora una volta ha le mani in pasta" e "si prevedono forti turbolenze sui mercati finanziari". E anche se il leader del Pdl non ottiene dalle urne una posizione di potere, "la situazione resta critica".

SPAGNA
Un'Italia "ingovernabile". Non hanno espresso una maggioranza le elezioni italiane, osservano i quotidiani spagnoli oggi in edicola, che indicano negli ottimi e forse insperati risultati elettorali del Pdl di Silvio Berlusconi e del Movimento Cinque Stelle di Beppe Grilli i principali fattori dell'incertezza scaturita dalle urne. Che apre inoltre seri dubbi per gli scenari del futuro.

"Berlusconi e l'antipolitica di Grillo portano l'Italia all'ingovernabilità", scrive El Pais, che dedica al voto italiano l'apertura del quotidiano. "Il centrosinistra di Bersani domina la Camera (in realtà ha avuto una maggioranza di 124mila voti)", aggiunge il giornale, "Il Cavaliere resta a breve distanza, mentre Monti si indebolisce".

"Italia bloccata dai buoni risultati di Berlusconi e Grillo", è il titolo del quotidiano 'El Mundo' nell'edizione cartacea, in taglio basso. "Bersani vince alla Camera", prosegue il giornale, "ma lo stallo al Senato rende ingovernabile l'Italia".

"Il voto antieuropeo fa temere un'Italia ingovernabile", concorda La Vanguardia, quotidiano catalano, "Il centrosinistra vince per numero di deputati, Berlusconi rinasce e Monti può rappresentare la chiave al Senato. Il risultato del comico Beppe Grillo (25,4%) conferma il sentimento populista e i mercati reagiscono allarmati".

STATI UNITI
Il rifiuto dell'austerity, il ritorno di Berlusconi, l'ingovernabilità del paese. Sono questi i tre punti chiave su cui si sofferma oggi la stampa americana, nella sua analisi del voto in Italia: "si va verso un'assoluta e caotica incertezza".

Il Wall Street Journal, nella sua edizione online, titola: "Le caotiche elezioni italiane scuotono i mercati mondiali". "La coalizione di sinistra italiana ha ottenuto un'esile vittoria, sul filo del rasoio, sul blocco di centro-destra di Berlusconi mentre gli elettori hanno sonoramente bocciato le misure di austerità", commenta il quotidiano finanziario.

"Berlusconi rianima la (sua, ndr) carriera politica nelle caotiche elezioni italiane", è il titolo del Washington Post, che dedica al voto in Italia un articolo pubblicato sulle pagine internazionali. Da parte sua, il New York Times punta l'attenzione sul rifiuto italiano della politica di rigore. "Il voto spaccato invia un chiaro messaggio in Italia: No all'austerity", è il titolo scelto dal quotidiano, che sottolinea come secondo gli analisti "lo scenario migliore dovrebbe essere quello di un debole governo di coalizione".

Il Los Angeles Times punta invece sul fuoco di sbarramento opposto all'establishment politico, che ha trovato affermazione nel successo ottenuto dal Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo. "Il voto in Italia segna uno sbarramento per l'establishment politico".

La Cnn, con una breaking news nella sua home page, assegna la vittoria al centrosinistra di Pierluigi Bersani. "Il centrosinistra di Bersani vince le elezioni italiane per un soffio", è il titolo. Ma il network americano sottolinea anche come "le elezoni dall'esito incerto scuotono i mercati", e si interroga: "Ci sarà il primo parlamento 'impiccato' in Italia?" L'unica "cosa certa", si aggiunge in un editoriale, è che il paese è diretto verso una "fase si assoluta e caotica incertezza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il voto italiano analizzato dalla stampa di tutto il mondo

Today è in caricamento