rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Mondo Germania

Merkel, la vittoria è molto amara: l'estrema destra "irrompe" nel Bundestag

Per il suo partito, la Cdu, è stata una batosta, ma per Angela Merkel è arrivato puntuale il quarto mandato consecutivo alla cancelleria tedesca. Esulta l'estrema destra di Alternative für Deutschland, che avrà più di 90 deputati: "Cacceremo Frau Merkel, ci riprenderemo il nostro popolo"

Per il suo partito, la Cdu, è stata una batosta, ma per Angela Merkel è arrivato puntuale il quarto mandato consecutivo alla cancelleria tedesca. "Avrei desiderato un risultato migliore, ma abbiamo raggiunto l'obiettivo strategico di queste elezioni: siamo il primo partito e guideremo il prossimo governo", ha sintetizzato la Kanzlerin nel suo discorso nel quartier generale della Cdu a Berlino dopo il voto.

Un discorso breve, ma interrotto comunque più volte dagli applausi dei militanti, a cui Merkel ha promesso di "tenere insieme l'Unione europea" e di "rafforzare l'Europa", ma anche di "far tornare i voti" andati all'estrema destra di Alternative fuer Deutschland, la Afd  esordisce nel Bundestag con 94 seggi.

"Cacceremo Frau Merkel"

"Cacceremo Frau Merkel, ci riprenderemo il nostro popolo": ha dichiarato da parte sua il capolista dell'Afd, Alexander Gauland, forte del risultato ottenuto. "Cambieremo il nostro Paese".  Questi i risultati definitivi delle elezioni legislative tedesche per il rinnovo del Bundestag, la camera bassa del Parlamento tedesco.

I conservatori dell'Unione Cdu/Csu raccolgono il 33% dei voti (-8,5 rispetto al 2013); la Spd, i socialdemocratici, il 20,5% (-5,2); Alternative fuer Deuschland (AfD) il 12,6% (+7,9); i liberaldemocratici (Fdp) il 10,7% (+5,9); l'estrema sinistra Linke il 9,2% (+0,6), i Verdi l'8,9% (+0,5). Il futuro Bundestag conterà ben 709 deputati, un record, contro i 630 dell'assemblea uscente, un record dovuto al sistema elettorale tedesco che prevede una redistribuzione di seggi aggiuntivi al termine dello scrutinio. I seggi saranno così distribuiti: Unione 246, Spd 153, AfD 94, Fdp 80, Linke 69, verdi 67.

Germania, vittoria amara per Merkel (Ansa)

Da dove arrivano i voti all'estrema destra?

La più grossa fetta di voti l'AfD l'ha ricevuta oggi dagli ex astensionisti: circa 1,2 milioni di tedeschi che nel 2013 avevano disertato le urne, questa volta hanno dato la loro fiducia all'estrema destra populista e xenofoba, regalandole un ricco 13,1% e circa 80 seggi nel futuro Bundestag.

La seconda fetta proviene dall'Unione Cdu/Csu - scrive la Welt online: 1,05 milioni di elettori che nel 2013 avevano votato per il partito della cancelliera Merkel, oggi le hanno preferito l'Alternative. Il partito esordiente nel Bundestag deve comunque non poco del suo successo anche alla delusione di altri elettori: 470.000 della Spd (socialdemocratici), 400.000 della Linke (la sinsitra radicale), e 40.000 della Fdp (liberaldemocratici).

Soprattutto sui temi della sicurezza, integrazione e coesione sociale, l'AfD ha soddisfatto le aspettative dei suoi elettori: "L'AfD ha dato ascolto alle preoccupazioni dei cittadini, temi invece evitati dagli altri partiti, che hanno scelto la stara sbagliare per mobilitare gli elettori", ha spiegato alla Welt, Volker Kronenberg, analista politico.

L'affluenza alle urne degli elettori tedeschi per le politiche è stata molto più alta ieri che nel 2013: quest'anno la percentuale dei votanti si è attestata sopra il 75% (i dati non sono ancora definitivi), mentre quattro anni fa la partecipazione si era fermata al 71,5%.

Fine della Grande Coalizione

Numeri da definire a parte, un dato politico è stato subito ufficializzato dopo il voto, ovvero la fine della Grande Coalizione tra Cdu e Spd. "Stasera finisce la nostra collaborazione con la Cdu, la Grosse Koalition ha perso la sua ragion d'essere , questa alleanza di governo è finita, crediamo che l'Spd sarà all'opposizione di questo governo", ha confermato il leader Spd, Martin Schulz. "E deve essere chiaro a tutti che rispetto la cancelliera, ma voglio essere coerente e dopo questo esperimento voglio che l'Spd stia all'opposizione", ha continuato Schulz, il cui partito ha ottenuto con il 20% il peggior risultato di sempre.

A questo punto, la coalizione "giamaica" tra Unione Cdu/Csu, Fdp e Verdi (nero-gialla-verde cioè i colori dei tre partiti) sembra essere l'unica possibile per il futuro governo tedesco. La Spd va all'opposizione e tutti i partiti entrati nel Bundestag hanno escluso categoricamente alleanze con l'AfD. E la Linke non è un alleato mai preso in considerazione da Merkel

Macron si congratula con Merkel

Il presidente francese Emmanuel Macron si è congratulato su Twitter con la cancelliera tedesca Angela Merkel per la sua rielezione, assicurando di voler proseguire assieme a lei "con determinazione" la loro "essenziale cooperazione"  "Ho chiamato Angela Merkel per congraturlarmi. Proseguiremo con determinazione la nostra cooperazione essenziale per l'Europa e per i nostri paesi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Merkel, la vittoria è molto amara: l'estrema destra "irrompe" nel Bundestag

Today è in caricamento