rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Le indagini / Stati Uniti d'America

Il giallo della ciclista uccisa a colpi di pistola: c'è la svolta

Ad uccidere la 25enne Anna Moriah Wilson sarebbe stata un'altra donna, Marie Armstrong, gelosa del rapporto tra l'atleta e il suo fidanzato, un altro corridore di 35 anni. Devastati i genitori della vittima: "Non ci sono parole per descrivere il nostro dolore"

Il sospetto di triangolo pericoloso, che poi si è trasformato in un omicidio. Sarebbe passionale il movente dietro il delitto di Anna Moriah Wilson, ciclista texana di 25 anni trovata senza vita lo scorso 11 maggio. Secondo gli investigatori, ad uccidere la ragazza con diversi colpi di arma da fuoco sarebbe stata un'altra donna, la 34enne Marie Armstrong, gelosa per la presunta relazione con il fidanzato, il corridore professionista Colin Strickland

Anna Moriah Wilson si trovava a Austin, in Texas (Stati Uniti) per una gara: dai tabulati risulta un fitto scambio di messaggio tra la vittima e la sua killer che poi, in preda alla gelosia, ha preso la pistola ed è andata ad uccidere l'atleta 25enne. Una versione confermata anche dal corridore oggetto della contesa, che alle forze dell'ordine ha confessato di aver cenato con la vittima, prima di lasciarla a casa dell'amico che la ospitava.

Gli agenti erano stati allertati alle dieci di sera da una telefonata che segnalava il ferimento di una persona: arrivati nell'abitazione, avevano trovato l'amico di Wilson praticarle un tentativo di rianimazione cardiaca. La ragazza, coperta di sangue, e apparsa in gravi condizioni, è morta poco dopo. Il delitto è apparso subito come un gesto ponderato e non frutto di un raptus: l'esame balistico aveva confermato che a sparare era stata una pistola che il corridore aveva comprato a Armstrong, con cui aveva una relazione che durava da tre anni, tra alti e bassi.

Anna era una grande sportiva, da qualche anno era passata dallo sci alpino al ciclismo e quattro giorni dopo il suo omicidio avrebbe dovuto partecipare ad una gara agonistica: "Siamo assolutamente devastati dalla perdita di una figlia splendida - hanno commentato i genitori della vittima ai media statunitensi - Non ci sono parole per esprimere il dolore che stiamo provando per una tragedia senza senso". Strickland ha rivelato di aver avuto una relazione con la 25enne, un rapporto durato soltanto un mese divenuto poi un'amicizia platonica, ma non secondo Marie Armstrong che, dopo aver minacciato più volte Anna intimandole di "lasciar perdere" il suo uomo, ha deciso di impugnare una pistola e togliere la vita alla sua presunta rivale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giallo della ciclista uccisa a colpi di pistola: c'è la svolta

Today è in caricamento