Giovedì, 21 Ottobre 2021
DIRITTI / Argentina

Argentina, Lulu: la prima bambina trans

Le autorità della provincia di Buenos Aires hanno concesso a un bambino argentino di 6 anni, che dai 2 si sente una bambina, una carta di identità nel quale figura come femmina

Mentre in Italia si discute delle dichiarazioni del signor Barilla, c'è un paese, i cui abitanti sono in buona parte italiani, l'Argentina, nel quale i diritti civili per omosessuali e transgender stanno facendo passi da gigante. E' notizia di questi giorni infatti la decisione delle autorità della provincia di Buenos Aires di concedere a un bambino argentino di 6 anni, che dai 2 si sente una bambina, una carta di identità nel quale figura come femmina. Nato biologicamente maschio, ma che da quando ne aveva due, ha "espresso la sua scelta di genere e da quando ne ha quattro vive come una bambina e frequenta un asilo dove rispettano la sua identità".

La decisione delle autorità è stata possibile grazie alla legge sull'identità di genere approvata nel maggio delle scorso anno dal parlamento.

La madre di Lulu, questo il nome che la stampa ha dato alla piccola, ha chiesto il cambio sui documenti "per evitare discriminazioni amministrative", dal momento che "ora affronta situazioni umilianti, che le producono una grande angoscia, ogni volta che deve presentare un documento di riconoscimento che riporta un nome maschile, quando lei si sente una bambina".

TRANS A SEI ANNI: LA STORIA DI TYLER

L'accoglimento della richiesta è arrivata ora, dopo che l'hanno scorso però era stata respinta per volere della responsabile dell'anagrafe, poiché, riteneva la donna, Lulu "è un minorenne impubere, giacché ha meno di 14 anni" e si trova in uno stato di "incapacità assoluta di intendere e di volere e si presume che la sua condotta è portata avanti senza discernimento". La madre ha allora scritto una lettera alla presidente argentina Cristina Fernandez de Kirchner, che ha attivato il governo, il quale attraverso la segreteria per l'Infanzia, l'Adolescenza e la Famiglia ha riconosciuto legittima la richiesta.

Si tratta, ha commentato Cesar Cigliutti, presidente della associazione Comunità Omosessuale Argentina, di un momento storico, in quanto Lulu è "la prima bambina trans al mondo riconosciuta amministrativamente, senza intervento giudiziario".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Argentina, Lulu: la prima bambina trans

Today è in caricamento