rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
ultim'ora / Russia

La Russia sta spostando armi nucleari verso l'Ucraina: "È la prima fase"

"È la risposta alle minacce occidentali" spiega la propaganda di Mosca. Nelle immagini si vedono i convogli speciali spostarsi verso il fronte e il caricamento di armi nucleari a bassa potenza

La Russia ha annunciato l'inizio delle esercitazioni con armi nucleari tattiche vicino all'Ucraina. Lo ha riferito il Ministero della Difesa della Federazione Russa. "La prima fase delle esercitazioni con lo sviluppo pratico della preparazione e dell'uso di armi nucleari non strategiche è cominciata". È la risposta - hanno aggiunto le autorità di Mosca - alle "minacce" occidentali.

Le esercitazioni delle Forze armate russe hanno lo scopo di mantenere la prontezza di risposta e di garantire la sovranità della Federazione Russa in risposta alle provocazioni dell'Occidente, ha affermato il Ministero della Difesa.

esercitazioni nucleari russe

Secondo quanto annunciato durante le esercitazioni con armi nucleari non strategiche, le forze aerospaziali russe doteranno i missili supersonici Kinzhals di testate speciali e si sposteranno nell'area di pattugliamento.

Le armi nucleari tattiche sono ordigni che a dispetto delle bombe atomiche strategiche hanno una minore potenza a tutto vantaggio di una migliore trasportabilità in modo da facilitare il dispiegamento rapido. Progettate per essere utilizzate direttamente sul campo di battaglia, hanno la funzione di mettere fuori uso o ridurre la capacità aggressiva dell'esercito nemico o di arrestarne l'avanzata sul terreno di battaglia. 

In questa fase, le formazioni missilistiche si esercitano nel compito di ottenere munizioni speciali per il complesso Iskander, equipaggiarle con i missili e spostarsi nell'area di lancio. 

Guerra in Ucraina, ultime notizie

Intanto la situazione al fronte sembra cristallizzata. Nella regione di Kharkiv le truppe di Mosca sembrano aver esaurito la propria spinta propulsiva ed emerge la preoccupazione di mantenere le colonne logistiche per approvvigionare la prima linea: i trentamila soldati russi cercheranno di tenere le posizioni per creare una zona cuscinetto a 25 chilometri dai confini internazionali. Situazione simile più a Sud dove continuano gli scontri in Donbas con un lento avanzamento delle truppe di Mosca.

Continua la guerra "aerea" portata in profondità verso le strutture energetiche e militari da entrambi i paesi in conflitto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Russia sta spostando armi nucleari verso l'Ucraina: "È la prima fase"

Today è in caricamento