rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Guerra in Ucraina / Regno Unito

Munizioni all'uranio impoverito da Londra a Kiev, Putin minaccia: "Reagiremo"

La viceministra della Difesa Annabel Goldie ha confermato l'invio di munizionamento all'uranio impoverito insieme ai carri armati Challenger 2 durante un'audizione di secondaria importanza alla Camera non elettiva dei Lord

Il Regno Unito intende fornire all'Ucraina anche munizioni anticarro perforanti ad alto potenziale contenenti uranio impoverito. La rivelazione è stata fatta dalla baronessa Annabel Goldie, viceministra della Difesa nel governo Tory di Rishi Sunak, durante un'audizione di secondaria importanza alla Camera non elettiva dei Lord, passata del tutto sotto silenzio sull'isola, fino a che oggi non è rimbalzata dai media ucraini.

Replicando a un'interrogazione preoccupata presentata su questo specifico punto dall'ultranovantenne lord Hylton, veterano dell'assemblea, aristocratico, ex soldato e filantropo impegnato da tempo in iniziative di pace, la baronessa Goldie - come si legge dallo stenogramma del sito del Parlamento di Westminster - ha rivendicato seccamente la cosa in riferimento alle ultime forniture belliche britanniche messe a disposizione di Kiev: "Assieme a uno squadrone di carri armati pesanti da combattimento Challenger 2 - ha tagliato corto - manderemo anche le relative munizioni: inclusi proiettili perforanti che contengono uranio impoverito". "Tali proiettili - ha rimarcato poi Goldie in risposta al tono apparentemente allarmato di lord Hylton - sono altamente efficaci per neutralizzare tank e blindati moderni" russi.

Goldie Uranium response

"La Russia sarà costretta a reagire alle forniture occidentali di munizioni all'uranio" ha detto il presidente russo Vladimir Putin. "Stanno cercando di combattere questo conflitto non solo in teoria fino all'ultimo ucraino ma anche in pratica: l'Occidente sta cominciando a usare armi con elementi nucleari".

Il nuovo ordine mondiale di Putin e Xi

La risposta di Putin arriva durante il punto stampa del presidente russo in occasione della visita del presidente cinese Xi ma già prima era stato il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov a minacciare l'occidente. "Se la Gran Bretagna dovesse fornire munizioni all'uranio impoverito all'Ucraina, non c'è dubbio che finirà male per Londra" ha detto in un'intervista alla tv Rossiya-1 citata dalla Tass. "Non sarei sorpreso da questo sviluppo, se questa (consegna) avvenisse effettivamente, ma non c'è dubbio che finirà male per loro", ha detto Lavrov. Di queste forniture "non ne ho sentito parlare, ma non sarei sorpreso da nulla, perché hanno completamente perso il senso dell'orientamento riguardo alle loro azioni e al modo in cui minano la stabilità strategica in tutto il mondo", ha affermato.

Il funzionario del Cremlino Konstantin Gavrilov aveva dichiarato a gennaio che se a Kiev fossero stati forniti proiettili all'uranio impoverito per l'equipaggiamento militare pesante della NATO sarebbe stato considerato alla stregua dell'uso di bombe nucleari sporche contro la Russia "con tutte le conseguenze che ne derivano". I proiettili all'uranio impoverito sono radioattivi e gli scienziati ritengono che i loro effetti tossici sulla salute umana possano continuare a farsi sentire molto tempo dopo la fine dei conflitti.  

Che cosa sono i proiettili all'uranio impoverito

Sottoprodotto del processo di arricchimento nucleare utilizzato per produrre combustibile nucleare, l'uranio impoverito emette tre quarti della radioattività dell'uranio naturale e condivide molti dei suoi rischi e pericoli. Viene utilizzato nei proiettili perforanti in quanto è pesante e può facilmente penetrare nell'acciaio. Tuttavia, in caso di impatto, polvere tossica o radioattiva può essere rilasciata e successivamente inalata. I proiettili all'uranio impoverito sono stati ampiamente utilizzati dagli Stati Uniti e dalla Gran Bretagna in Iraq nel 1991 e nel 2003, così come nei Balcani negli anni '90.

Si pensa che l'uso estensivo di questi proiettili sia responsabile del forte aumento del tasso di incidenza di alcuni tumori come il cancro al seno o il linfoma nelle aree in cui sono stati utilizzati. Altre malattie legate all'uranio impoverito includono insufficienza renale, disturbi del sistema nervoso, malattie polmonari e problemi riproduttivi.

Il segretario generale del comitato per il disarmo nucleare Kate Hudson accusa: "Come in Iraq, l'aggiunta di munizioni all'uranio impoverito in questo conflitto non farà che aumentare la sofferenza a lungo termine dei civili coinvolti in questo conflitto. I proiettili all'uranio impoverito sono già stati implicati in migliaia di morti per cancro e altre gravi malattie. Il comitato per il disarmo nucleare ha ripetutamente chiesto al governo del Regno Unito di imporre una moratoria immediata sull'uso di armi all'uranio impoverito e di finanziare studi a lungo termine sul loro impatto sulla salute e sull'ambiente" conclude. "Mandarli in un'altra zona di guerra non aiuterà il popolo ucraino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Munizioni all'uranio impoverito da Londra a Kiev, Putin minaccia: "Reagiremo"

Today è in caricamento