Lunedì, 2 Agosto 2021
Mondo Siria

Raid aereo con “gas tossici” in Siria: decine di morti, anche bambini

La denuncia dell'Osservatorio siriano per i diritti umani. Tantissime altre persone stanno soffrendo per gli effetti dell’attacco. L'opposizione accusa Assad e chiede all'Onu di aprire un'inchiesta

Fonti mediche segnalano problemi respiratori per centinaia di persone | Foto Askanews.it

Un raid aereo con “gas tossici” contro Khan Sheikhun, città della Siria sotto il controllo dei ribelli, ha fatto almeno 58 morti, undici dei quali bambini. Lo ha riferito l’Osservatorio siriano per i diritti umani.

Tantissime altre persone stanno soffrendo per gli effetti dell’attacco, con fonti mediche che segnalano problemi respiratori e sintomi come svenimento, vomito e bava alla bocca, ha spiegato l’ong. L’opposizione siriana ha lanciato un appello al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ad aprire “un’inchiesta immediata” sull’attacco effettuato, a suo giudizio, dal regime di Bashar al Assad. Damasco ha subito smentito l’uso di armi chimiche, asserendo che l’esercito siriano "non le usa e non le ha usate, prima di tutto perché non le ha".

La Coalizione nazionale, importante componente dell’opposizione siriana, ha spiegato in un comunicato di volere che il Consiglio di sicurezza “convochi una riunione urgente dopo questo crimine e apra un’inchiesta immediata”. Ha accusato il “regime del criminale Bashar al Assad” di aver effettuato raid contro la città di Khan Sheikhun con ordigni “contenenti gas chimici”.

MOGHERINI ATTACCA ASSAD - Il regime di Bashar al Assad ha la “responsabilità principale” del sospetto attacco chimico costato la vita ad almeno 58 persone a Khan Sheikhun, città controllata dai ribelli in Siria. Lo ha affermato Federica Mogherini, l’Alto rappresentante dell’Ue per gli affari esteri e la politica di sicurezza. “Oggi la notizia è tremenda”, ha detto Mogherini parlando con i media a Bruxelles a margine della conferenza Ue-Onu che vuole concentrarsi sulla situazione di post-conflitto in Siria.

"SUBITO CONSIGLIO DI SICUREZZA ONU" - "L'attacco con gas tossici in Siria è inumano e costituisce una minaccia per i negoziati di pace", ha detto il presidente turco Erdogan in una conversazione col presidente russo Putin senza specificare chi sia da condannare per l'attacco. Il ministro degli Esteri della Francia, Jean-Marc Ayrault, ha chiesto un incontro di emergenza del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. "Un nuovo e particolarmente grave attacco chimico è avvenuto nella provincia di Idlib. Le prime informazioni suggeriscono un grande numero di vittime, anche bambini. Condanno questo atto disgustoso", ha detto Ayrault, sottolineando che queste azioni gravi "minacciano la sicurezza internazionale".


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raid aereo con “gas tossici” in Siria: decine di morti, anche bambini

Today è in caricamento