Lunedì, 8 Marzo 2021
Germania

Furgone sulla folla a Munster: tutto quello che sappiamo sull'attacco in Germania

Tre morti e 20 feriti a Munster: le autorità tedesche escludono che si possa trattare di un attentato di matrice islamica. L'autista suicida un 48enne tedesco già conosciuto per problemi psichiatrici

Il mini van che sabato pomeriggio ha travolto la folla a Munster in Germania ha ucciso due persone: si tratta di due cittadini tedeschi di di 51 e 65 anni. Della ventina di persone rimaste ferite solo otto sono ancora ricoverate mentre tre di queste sono in condizioni critiche.

La portavoce della polizia di Munster ha confermato che il conducente si è suicidato a colpi d'arma da fuoco. La polizia era già presente nella cittadina medievale che conta 30mila abitanti: nella zona era prevista una manifestazioni di 1500 curdi che è stata annullata.  

Le autorità tedesche escludono la matrice del terrorismo islamico dietro l'attacco di Munster. L'attentato sarebbere stato compiuto da cittadino tedesco già noto alle autorità per problemi mentali. Ancora sconosciuta la ragione che avrebbe guidato la mano dell'uomo: per ora non sono emersi legami con gruppi estremisti religiosi o politici.

"Non c'è alcun elemento che dimostri che ci siano motivazioni politiche" in questa tragedia, ha dichiarato il capo della polizia della città, Hajo Kulisch. Le autorità avevano già escluso la pista di un attentato jihadista, ma i media tedeschi avevano riferito di legami tra l'autore e i militanti di estrema destra. "Motivazioni e cause sono piuttosto da cercare nello stesso autore", ha aggiunto il capo della polizia.

Secondo i media locali Jens R. questa la sua identità, era un designer caduto in disgrazia, psicologicamente instabile. 

Il governo tedesco ha fatto sapere tramite una sua portavoce, Ulrike Demmer, che i suoi pensieri andavano alle vittime e alle loro famiglie dopo "i nuovi terribili fatti di Munster".

Immagini trasmesse dalla tv tedesca hanno mostrato numerosi veicoli di polizia e pompieri fermi lungo una strada del centro della pittoresca cittadina nel nordovest della Germania. La polizia ha chiesto ai cittadini di evitare il centro di Munster per consentire agli inquirenti di operare.

L'attentato di Munster, oltre alla sinistra ricorrenza con l'attacco di Stoccolma avvenuto un anno fa, ricorda nel modus operandi i metodi usati dai jihadisti a Nizza e a Berlino: nel dicembre 2016, un camion era piombato sulla folla in un mercatino di Natale della capitale tedesca, uccidendo 12 persone tra cui una giovane italiana. L'attentatore, Anis Amri, fu poi ucciso dalla Polizia italiana a Sesto San Giovanni.

Proprio nei giorni scorsi è stata smantellata quella che gli inquirenti ritengono la rete italiana del killer di Berlino. In carcere sono finiti quattro tunisini che abitavano tra Napoli e Caserta, mentre a un palestinese di 38 anni, Abdel Salem Napulsi, già detenuto nel carcere di Rebibbia, è stato notificato l'ordine di arresto. Uno dei tunisini coinvolti, a Latina, avrebbe dovuto procurare ad Amri documenti falsi per permettergli di lasciare l'Italia. Solo oggi sabato 7 aprile è stato invece arrestato un 16enne a Trieste: "Nello zainetto una bandiera artigianale dell'Isis"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

attentati con auto e camion-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furgone sulla folla a Munster: tutto quello che sappiamo sull'attacco in Germania

Today è in caricamento