Giovedì, 28 Ottobre 2021
L'attacco / Israele

Cerca di accoltellare gli agenti a Gerusalemme: uccisa dalla polizia

È accaduto in una strada che conduce alla moschea di al-Aqsa. Si tratterebbe di una trentenne palestinese proveniente dalla Cisgiordania

A Gerusalemme una donna è stata uccisa giovedì mattina dalla polizia dopo aver tentato di accoltellare alcuni agenti di polizia nella Città Vecchia. Le forze dell’ordine, in un comunicato, hanno spiegato che era armata di un "oggetto appuntito". Intorno alle 6.30, avrebbe tirato fuori un coltello cercando di pugnalare i poliziotti. Gli agenti hanno aperto il fuoco, sparando alla donna.

L'episodio è accaduto in una strada che conduce alla moschea di al-Aqsa, dove un giornalista dell'Afp ha sentito alcuni colpi d'arma da fuoco e visto il corpo di una donna a terra, poi coperto da un lenzuolo. Secondo il Times of Israel, nessun agente è rimasto ferito. La polizia ha chiuso l'area e fatto intervenire un artificiere per assicurarsi che la donna non avesse un ordigno esplosivo. Il quotidiano riporta che la donna sarebbe una palestinese di trent'anni di Qabatiya, una città della Cisgiordania, e che rimane da chiarire come abbia fatto a entrare in Israele.

Qabatiya e l'intera area di Jenin, nel nord della Cisgiordania, hanno visto un aumento significativo della violenza negli ultimi mesi, incluso giovedì quando un sicario palestinese - presumibilmente membro del gruppo terroristico della jihad islamica palestinese - ha aperto il fuoco contro gli agenti della polizia di frontiera israeliana che stavano conducendo alcuni arresti nella città di Burqin, fuori Jenin, ed è stato ucciso.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerca di accoltellare gli agenti a Gerusalemme: uccisa dalla polizia

Today è in caricamento