rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Terrorismo / Francia

Tutti i punti oscuri degli attentati di Parigi

Tante, troppe le domande ancora senza risposta sulle stragi del 13 novembre. Dal passaporto di un richiedente asilo siriano trovato accanto a uno dei kamikaze dello Stade de France al "terzo gruppo di fuoco": i 5 punti oscuri degli attacchi

PARIGI - Ci sono molte domande ancora senza risposta nelle indagini sugli attentati di venerdì a Parigi. Il quotidiano Le Monde ha elencato e analizzato i punti oscuri delle stragi del 13 novembre

- Ci sono rifugiati tra i terroristi? Il passaporto di un richiedente asilo siriano passato per la Grecia è stato trovato accanto a uno dei kamikaze dello Stade de France. Ma il ministro della Giustizia Christiane Taubira ha detto che è falso: al momento perciò non è possibile dire se tra gli autori delle stragi ci sia o meno un rifugiato.

- Chi ha sparato nel decimo arrondissement? Almeno 15 persone sono morte nell'assalto del 21.25 di venerdì al bar Le Carillon e al ristorante Le Petit Cambodge (all'angolo tra rue Alibert e rue Bichat). Alle 21 e 32, almeno cinque persone sono state uccise al Café Bonne Bière, in rue de la Fontaine-au-Roi. A alle 21 e 36, almeno altre 19 persone trovano la morte al 92 di rue de Charonne. Ogni volta i testimoni hanno parlato di uomini armati a bordo di una Seat Leon nera. Non se ne conosce il numero, potrebbe trattarsi di un terzo gruppo di fuoco.

- Un kamikaze ha tentato di entrare allo Stade de France? Il Wall Street Journal ha raccolto la testimonianza anonima di una funzionario della sicurezza dello stadio, secondo il quale un kamikaze aveva un biglietto per la partita Francia-Germania e ha tentato di entrare nella struttura un quarto d'ora dopo l'inizio della partita. I controlli di sicurezza ne avrebbero individuato la cintura esplosiva e, dopo esser stato fermato, l'uomo ha indietreggiato e si è fatto saltare in aria. Le Monde non ha trovato conferme.

Francia assediata, Parigi brucia (Infophoto)

- Quanti terroristi e complici in fuga? Si ignora l'identità e il ruolo di tre persone fermate sabato su un'auto alla frontiera belga. Potrebbe trattarsi del terzo gruppo di fuoco o di complici. Si ignora anche se altri terroristi siano ancora in libertà. L'unico dato certo è che uno dei terroristi sia riuscito a fuggire: sarebbe entrato in Italia dalla frontiera di Ventimiglia.

Gli attacchi a Parigi sui giornali di tutto il mondo

- L'arresto di un uomo in Germania è collegato agli attentati? Un uomo in possesso di fucili mitragliatori e di esplosivi è stato arrestato in Baviera il 5 novembre. Il capo del governo bavarese ha collegato l'uomo agli attentati, mentre il ministro dell'Interno di Berlino si è mostrato più prudente.

Inferno in Francia, Parigi sotto assedio - Foto da Twitter

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti i punti oscuri degli attentati di Parigi

Today è in caricamento