rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Attentati a Parigi

Attentati Parigi, cosa prevede la proroga dello stato d'emergenza in Francia 

Approvata dal parlamento la legge che estende il provvedimento adottato dopo gli attentati di Parigi: proclamato subito dopo dal presidente François Hollande, durerà per tre mesi

PARIGI - Il parlamento francese ha votato a favore della legge che prolunga di tre mesi lo stato d'emergenza deciso in seguito agli attacchi terroristici di venerdì 13 novembre, proclamato inizialmente dal presidente francese François Hollande. 

"Lo stato d'emergenza dichiarato per decreto il 14 novembre 2015 è prolungato per una durata di tre mesi a partire dal 26 novembre fino al 25 febbraio a mezzanotte" così si legge nel testo adottato dai deputati. Oltre al prolungamento è previsto anche un regime di arresti domiciliari assegnato a coloro il cui comportamento si ritiene "possa costituire una minaccia per la sicurezza e l'ordine pubblico"

STATO D'EMERGENZA: COSA SIGNIFICA

IN COSA CONSISTE - La legge stabilisce che le perquisizioni effettuate direttamente dal ministero dell'Interno non possano riguardare aree in cui si esercita l'attività parlamentare, o quella professionale di avvocato, magistrato o giornalista. La procura sarà informata di tutte le perquisizioni decise che avverranno in presenza di un ufficiale della polizia giudiziaria. Nel corso delle perquisizioni potranno essere fatte copie su qualsiasi supporto di dati memorizzati in qualsiasi sistema informatico. 

Parigi, arriva lo "stato d'emergenza" | Infophoto

Il controllo della stampa e della radio, previsto nel testo del 1955 e mai applicato, viene cancellato. Inoltre è inserita una norma che prevede la possibilità di sciogliere associazioni o gruppi che partecipano, facilitano o incitano a atti che possono compromettere l'ordine pubblico o che hanno al loro interno persone assegnate agli arresti domiciliari.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentati Parigi, cosa prevede la proroga dello stato d'emergenza in Francia 

Today è in caricamento