rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
TURCHIA / Turchia

Attentato contro ambasciata americana in Turchia

L'esplosione avrebbe causato almeno due morti e numerosi feriti

Panico questa mattina ad Ankara per un'esplosione davanti all'ambasciata degi Stati Uniti d'America che, secondo i media turchi, avrebbe causato almeno due morti e numerosi feriti.
Le due vittime sono l'attentatore e un addetto alla sicurezza.
La zona dell'esplosione è stata isolata e che l'ingresso viene permesso solo ai mezzi di soccorso e alla polizia.

Il prefetto di Ankara, Aladdin Yuksel, ha reso noto che a determinare l'esplosione a un'entrata secondaria dell'ambasciata statunitense ad Ankara è stato un attacco kamikaze.
L'attentatore suicida sarebbe appartenuto a un'organizzazione di estrema sinistra fuorilegge.
Lo ha rivelato il ministro degli Interni turco Muammer Güler. Il ministro non ha nominato nè l'attentatore nè il gruppo, ma si tratterebbe di un trentenne membro del Partito rivoluzionario di liberazione del popolo (DHKP/C), secondo la stampa turca.
L'uomo, che si chiamerebbe Ecevit Sanli, era già stato in prigione. "Ci sono riscontri iniziali sul fatto che l'attentatore apparterrebbe a un un'organizzazione di sinistra fuorilegge" ha detto Guler.
"Stiamo esaminando le sue impronte digitali". L'esplosione ha ucciso un addetto alla sicurezza della sede diplomatica di Washington in Turchia.

L'esplosione non si è verificata davanti all'ingresso principale della sede diplomatica, ma di fronte a un'entrata secondaria in prossimità di un gabbiotto della sicurezza che è stato distrutto dall'esplosione. I palazzi nelle vicinanze avrebbero riportato danni in seguito all'esplosione.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentato contro ambasciata americana in Turchia

Today è in caricamento