Venerdì, 30 Luglio 2021
Mondo Turchia

Turchia, autobomba nel centro di Ankara: 34 morti e 125 feriti

L'autobomba è esplosa alle sei e mezza di sera a una fermata dei bus vicino al Güvenpark. Le autorità sospettano che dietro l’attacco ci sia il terrorismo di matrice curda

E' pesantissimo il bilancio dell'attentato ad Ankara. Almeno 34 persone, tra cui i due kamikaze, sono morte e 125 sono rimaste ferite. L'autobomba è esplosa alle sei e mezza di sera a una fermata dei bus vicino al parco Güvenpark, non lontano dal luogo dell'attentato del 17 febbraio, nel quale morirono 28 persone.

Non ci sono per ora rivendicazioni. Le autorità turche sospettano che dietro l’attacco ci sia il terrorismo di matrice curda. Lo riportano media locali, citando fonti di sicurezza. L’autobomba del mese scorso sempre ad Ankara era stata attribuita dal governo al Pkk e ai curdi siriani del Pyd ma rivendicata dagli estremisti curdi del Tak. Le stesse fonti indicano che tra i due kamikaze che hanno compiuto l’attacco ci sarebbe una donna.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan in un comunicato commenta così: "A seguito dell’instabilità nella regione, negli ultimi anni la Turchia è stata oggetto di attacchi terroristici".  Di fronte ad azioni che "minacciano l’integrità del nostro Paese", continua la nota, "proseguiremo la lotta al terrorismo con ancor più determinazione. Il nostro Stato non cederà mai il suo diritto all’autodifesa contro le minacce terroristiche. Di fronte a questo tipo di odiosi attacchi, il nostro popolo rafforza ancora di più i suoi legami. La Turchia è unita e riuscirà a superare questi momenti difficili".  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turchia, autobomba nel centro di Ankara: 34 morti e 125 feriti

Today è in caricamento