Martedì, 13 Aprile 2021
Germania

Aveva criticato Erdogan: spari contro un calciatore

Deniz Naki, che aveva ricevuto già diverse minacce di morte per le sue idee contrarie al regime, è stato affiancato da un'auto che ha aperto il fuoco contro di lui

La conferenza di Deniz Naki (FOTO ANSA)

Il calciatore tedesco di origini turche, Deniz Naki, è sfuggito nella notte ad un attentato in Germania. Il centrocampista, attualmente in forza all'Amed SK, si trovava in autostrada alla guida del suo Suv, quando è stato affiancato da un secondo veicolo che ha aperto il fuoco contro l'auto del calciatore. Secondo quanto riportato dai media tedeschi, due proiettili avrebbero colpito la macchina, ma Naki sarebbe rimasto illeso. 

“Mi sono istintivamente spostato con l’auto sulla corsia di destra quando ho sentito gli spari”, ha raccontato il calciatore 28enne alla Welt, “ho avuto paura di morire”, Naki ha poi chiamato la polizia e sporto denuncia. Il calciatore che gioca nella squadra curda Amed SK si è espresso pubblicamente contro il regime del presidente turco Recep Tayyip Erdogan ed è considerato da molti turchi come un nemico dello stato. Nell’aprile 2017 un giudice turco lo ha condannato a 18 mesi con la condizionale per propaganda filocurda a favore del Pkk.

Una condanna che gli ha cambiato la vita, spiega la Welt: gli amici di infanzia hanno preso le distanze da lui e Naki ha ricevuto numerose minacce di morte. Al momento non è chiaro chi ci sia dietro il tentato omicidio, ma lo stesso calciatore evoca un attentato politico. Naki si trova attualmente in Germania per fare visita alla famiglia e sarebbe dovuto rientrare in Turchia nei prossimi giorni. L’ex giocatore del St. Pauli e SC Paderborn è nato in Germania, a Dueren.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aveva criticato Erdogan: spari contro un calciatore

Today è in caricamento