rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
SIRIA / Siria

Attentati a Damasco: almeno 31 morti, soprattutto civili

"Almeno 31 persone sono state uccise e decine ferite nell'attentato. La maggior parte delle vittime sono civili", rende noto l'Osservatorio per i diritti umani in Siria

Una serie di attentati nel centro di Damasco a poche ore uno dall'altro. Due colpi di mortaio hanno colpito l'edificio che ospita lo Stato maggiore delle forze armate siriane, come ha riportato il canale ufficiale all-news siriano Al Ekhbariya. L'attacco è avvenuto poco dopo un altro attentato con un'autobomba nel centro della capitale, vicino alla sede del partito di governo Baath, che ha ucciso almeno 31 persone.

Il quartier generale dello Stato maggiore, che si trova nella zona di Omeyyades e ospita numerosi uffici governativi, era stato già bersaglio di un duplice attentato a fine settembre. Il centro della città questa mattina è stato scosso da una potente esplosione, provocando un'alta colonna di fumo. Secondo la polizia è stato causato da un'autobomba nei pressi della sede del partito Baath, il partito del presidente Bashar al Assad.

Almeno 31 persone sono morte, come ha riferito l'Osservatorio per i diritti umani in Siria, che raccoglie le sue informazioni da una fitta rete di militanti e medici in tutto il paese, decine i feriti. "L'attentato dei terroristi ha ucciso e ferito un gran numero dei civili", ha scritto l'agenzia ufficiale Sana. Il canale televisivo pubblico Al-Ekhbariya ha mostrato i corpi di diverse persone in terra, nei pressi di una scuola, nel quartiere di Mazraa e ha parlato di attentato suicida.

Un agente di polizia ha detto alla France Presse che l'autobomba è esplosa nella piazza 16 novembre, vicino alla moschea Al-Iman, dove ha sede il partito di governo Baath. Molti edifici nella zona sono stati danneggiati dalla potente esplosione.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentati a Damasco: almeno 31 morti, soprattutto civili

Today è in caricamento