Domenica, 17 Ottobre 2021
ATTENTATI / Regno Unito

Attentato di Londra, il killer è Khalid Masood: "Britannico già noto alla polizia"

Scotland Yard ha reso nota l'identità dell'uomo entrato in azione ieri sul ponte di Westminster. Intanto l'Isis rivendica l'attacco: "Era un nostro soldato"

Lo Stato islamico ha rivendicato l’attacco di ieri a Londra tramite la sua agenzia ufficiale Amaq. "L’autore dell’attacco di ieri di fronte al Parlamento britannico era un soldato dello Stato Islamico", si legge in una nota, "e ha compiuto l’operazione in risposta agli appelli a colpire cittadini della coalizione internazionale" anti-Isis, riunita ieri a Washington. Intanto Scotland Yard ha reso nota l'identità del killer entrato in azione ieri sul ponte di Westminster: si tratta di Khalid Masood, 52 anni, con precedenti penali. L'uomo ha nazionalità inglese ed è nato nel Kent. L'uomo era noto alla polizia, ma non ai servizi sergreti. In passato era stato condannato per aggressione, lesioni e possesso di armi.

"Masood non era sotto indagine e non c'erano informazioni di intelligence riguardo a sue intenzioni di lanciare un attacco terroristico - dice la nota i Scotland Yard -, tuttavia era noto alla polizia e aveva una serie di diverse condanne per aggressione, lesioni, possesso di armi e reati contro l'ordine pubblico. La sua prima condanna venne emessa nel novembre 1983 per danni e l'ultima nel dicembre 2003 per possesso di un coltello. Non era mai stato condannato per terrorismo".

L'ATTACCO ANNUNCIATO IL GIORNO PRIMA SUL WEB

londra 22 marzo 2017 3-2

Il livello di minaccia nel Regno Unito resta "alto" e questo significa che un altro attacco è ritenuto probabile ma non verrà ulteriormente innalzato perché non ci sono notizie di intelligence di attentati imminenti. Il premier Theresa May ha riferito che i feriti includono 12 cittadini britannici, tre francesi, due romeni, quattro sudcoreani, un tedesco, un cinese, un’italiana e due greci.

L’attentatore “ha agito da solo” e, ha dichiarato la premier, è di origine britannica. May ha spiegato che non può rilevare alcuni dettagli delle indagini, ma ha confermato che l’assalitore ha lanciato l’auto contro i pedoni sul Westminster Bridge e dopo ha tentato di entrare nell’edificio del Parlamento. In questo frangente Palmer, definito dalla premier “un eroe”, è stato ucciso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentato di Londra, il killer è Khalid Masood: "Britannico già noto alla polizia"

Today è in caricamento