rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024

Attentato in una moschea in Pakistan a Peshawar, oltre 30 morti

Decine di feriti, testimoni: è stato un kamikaze

Milano, 4 mar. (askanews) - Il venerdì di preghiera si è trasformato in una strage in Pakistan per un attentato in una moschea sciita di Peshawar, città nel Nordovest del Paese al confine con l'Afghanistan.

L'attacco è avvenuto in uno dei momenti di maggior affollamento, proprio poco prima della preghiera del venerdì: 30 persone sono morte, decine i feriti. I testimoni riferiscono di aver visto entrare un uomo che ha sparato ai poliziotti e di aver sentito poi una enorme esplosione. Fra i sopravvissuti c'è Ali Asghar che ha raccontato la dinamica dell'attentato.

"Mi stavo preparando per la preghiera - ha spiegato in lacrime - il terrorista è entrato e ha prima aperto il fuoco con le pistole poi si è fatto esplodere. Ho visto molte persone morte e tante altre ferite, l'attentato è avvenuto nella sala principale della moschea".

L'attacco è accaduto al debutto di uno storico evento sportivo: il primo giorno di test match di cricket a Rawalpindi fra Pakistan e Australia, che non veniva a giocare qui da 24 anni proprio per i problemi di sicurezza.

Si parla di

Video popolari

Today è in caricamento