Venerdì, 17 Settembre 2021
Mondo Regno Unito

Furgone sulla folla e coltellate: 7 morti e 48 feriti in un attacco terroristico a Londra

Uccisi i tre assalitori che sabato sera hanno travolto alcuni i pedoni sul London Bridge per attaccare la folla a pugnalate nella vicina zona del Borough Market. I tre indossavano false cinture bomba. Convocato il comitato Cobra

LONDRA - Sette persone sono state uccise e almeno 48 sono rimaste ferite in quello che il sindaco di Londra Sadiq Khan ha definito come un "deliberato e codardo attentato terroristico". I tre assalitori sono stati uccisi dalla polizia.

L'urlo: "Questo è per Allah". A London Bridge numerosi testimoni hanno visto il van, un veicolo bianco noleggiato dalla Hertz, piombare ad alta velocità, attorno agli 80 chilometri all'ora, su un marciapiede e falciare una mezza dozzina di persone. Finché dal mezzo sono saltati fuori tre ossessi, tutti uomini e armati con coltelli dalle lunghe lame (30 centimetri, stando ad alcuni racconti), e si sono scagliati a tirare fendenti gridando: "Questo é per Allah".

Convocato il comitato Cobra. La premier Theresa May conferma le elezioni del prossimo giovedì 8 giugno. Sono 5 gli attentati sventati in Gran Bretagna da marzo, oltre ai tre ultimi attentati a Westminster Bridge, Manchester e al London Bridge. Lo ha detto il premier Theresa May, parlando all'esterno di Downing Street al termine del riunione del comitato antiterrorismo Cobra. Questi eventi "non sono collegati" gli uni agli altri, "ma c'è una nuova tendenza: i terroristi si ispirano non solo sulla base di un complotto pianificato, ma si copiano gli uni con gli altri.

LA DIRETTA

Uno dei tre attentatori di Londra ha accoltellato "5,6 persone" nel Globe pub a Borough Market, mentre gridava "Allah Akbar". E' la testimonianza fornita al Guardian da un 39 enne, Lewis Bennett.

"Erano tutti a bocca aperta quando è entrato nel pub, ma lui inizialmente non ha fatto niente, è rimasto fermo per una decina di secondi. Ma poi ha afferrato un coltello e ha accoltellato le persone che gli erano piu' vicine, credo cinque o sei, allo stomaco e alle gambe. Le persone hanno cominciato a urlare e a scappare e lui gridava Allah Akhbar, con accento britannico".

Sky News sta mostrando le immagini in diretta di una operazione antiterrorismo in corso a Barking, a est di Londra: perquisito un appartamento in un condominio, sarebbe quello in cui viveva uno degli aggressori dell'attacco di Londra. Secondo la tv britannica si tratta di un uomo dai tratti mediorientali, che aveva moglie e figli. La polizia sta facendo domande sul suo conto ai vicini.

Gli assalitori hanno prima investito diverse persone con un furgone bianco sul London Bridge verso le 22 di sabato (le 23 circa in Italia); poi, una volta abbandonato il veicolo, hanno pugnalato altri passanti a Borough Market, area conosciuta per i suoi ristoranti e i bar.
I tre che come riporta la 'Bbc' indossavano false cinture esplosive, sono stati uccisi dalla polizia dopo 8 minuti dall'inizio dell'attacco. Secondo le autorità sanitarie sono almeno 48 le persone ricoverate dopo l'attacco.

Un fotografo italiano ha immortalato gli aggressori

The guy that the police knocked down after 1 min #live #police #dead #man #london #terroristic #attack

Un post condiviso da Gabriele Sciotto (@fried_chicken) in data:

"Abbiamo portato 48 pazienti in cinque ospedali in tutta Londra e abbiamo trattato molti altri in scena per lesioni minori", ha affermato Peter Rhodes, assistente direttore delle operazioni del London Ambulance Service.

Convocato il comitato Cobra, sospesa la campagna elettorale. L'attacco è avvenuto 4 giorni dalle elezioni legislative nel Regno Unito che si terranno il prossimo giovedi. I conservatori e il Labour Jeremy Corbyn hanno sospeso la campagna elettorale nazionale. Il primo ministro britannico, Theresa May, ha convocato il comitato Cobra, il massimo organo di sicurezza britannico. Il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha parlato di un "attacco deliberato e codardo".

L'attacco a neppure due settimane di distanza dell'atroce attentato suicida commesso alla Manchester Arena il 22 maggio: dove Salman Abedi, giovane britannico figlio di ex rifugiati politici libici anti-Gheddafi, si era fatto esplodere fra la folla che usciva dal concerto di Ariana Grande - fra cui molti giovanissimi - causando 22 morti e circa 120 feriti.

Come a Westminster. L'attacco molto simile all'attentato all'altro celebre ponte londinese, il Westminster Bridge proprio di fronte al Parlamento Britannico. Khalid Masood si lanciò alla guida di un Suv su un gruppo di pedoni, uccidendone 5, per poi scendere dalla vettura e accoltellare a morte un poliziotto all'ingresso dell'adiacente palazzo del parlamento prima d'esser ucciso a sua volta da un agente armato. 

Cordoglio e messaggi di vicinanza sono arrivati dai leader dei paesi di tutto il mondo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furgone sulla folla e coltellate: 7 morti e 48 feriti in un attacco terroristico a Londra

Today è in caricamento