rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Mondo Germania

Attentato a Monaco, il killer del centro commerciale è Alì Sonboly

Il giovane, ritenuto l'autore della strage nel centro commerciale Olympia, viene definito come un tipo tranquillo dai vicini di casa."Nessun legame con l'Isis", dice la polizia tedesca

Alì Sonboly. Sarebbe questo il nome del 18enne tedesco-iraniano autore della strage nel centro commerciale Olympia di Monaco di Baviera, provocando la morte di nove persone, soprattutto giovanissimi. Secondo le prime informazioni, il giovane sarebbe figlio di un tassista e di una dipendente di un grande magazzino tedesco della catena Karstadt. Lo scrive il tabloid britannico DailyMail. Il movente della strage non è ancora noto.

Il quotidiano tedesco Bild riporta la testimonianza di un vicino di casa di Sonboly. "Viveva vicino a me, lo conoscevo. Un mio amico era suo compagno di classe e sosteneva che era un tipo tranquillo".

"L'autore della strage di Monaco ha agito solo, non aveva complici e a casa sua non è stato trovato materiale legato a Isis, ma solo documentazione su stragi del passato". Lo ha detto in conferenza stampa Hubertus Andrae, capo della polizia di Monaco, precisando che "non c'è alcun legame tra la strage e il tema dei profughi". "Nel 2012 l'autore dell'attentato era stato ricoverato ed era stato sottoposto a un trattamento psichiatrico dopo fenomeni di disturbo maniacale", ha proseguito Andrae, mentre fonti di sicurezza riferiscono che il giovane aveva problemi a scuola e il giorno prima della strage non aveva superato un esame, come riporta Tgcom

Nel video diffuso poco dopo l'inizio della sparatoria, si vede il killer litigare in dialetto bavarese dal tetto del centro commerciale con un cittadino che gli parla dal tetto di un palazzo vicino. L'attentatore, rivolgendosi alla persona sul balcone, grida: "A causa tua sono stato vittima di bullismo per sette anni...". Volano anche insulti: il killer viene chiamato anche "str..zo" e "cog..ne".

Il quotidiano britannico The Guardian ha pubblicato la traduzione del dialogo. 
Questa la traduzione del dialogo pubblicata dal giornale, riportata anche da TgCom.

- Uomo sul balcone: "Maledetto stronzo..."
- Sparatore: "Grazie a te (incomprensibile)..."
- Uomo sul balcone: "Sei un coglione"
- Sparatore: "...e ora ho comprato una pistola per spararvi"
- Uomo sul balcone: "Una fottuta pistola, la tua testa non è a posto"
- Uomo sul balcone, apparentemente rivolto a un'altra persona che sta filmando: "Ha una pistola, il ragazzo ha una pistola"
- Sparatore: "Merda. Maledetti turchi!"
- Uomo sul balcone: "Merda. Maledetti stranieri!"
- Uomo sul balcone rivolto a qualcun'altro: "Hey! Ha una pistola! L'ha caricata! Chiama la polizia!"
- Sparatore: "Io sono tedesco!"
- Uomo sul balcone: "Sei un coglione, ecco cosa sei"
- Sparatore: "Smettila di filmare!"
- Uomo sul balcone: "Sei uno stronzo! Ecco cosa sei"
- Sparatore: "Sì, sono nato qui!"
- Uomo sul balcone: "Si, e cosa c...o pensi di fare?"
- Sparatore: "Sono cresciuto qui nell'area Hartz 4", aggiungendo poi un riferimento al sussidio sociale
- Sparatore dice qualcosa a proposito di un "trattamento", anche se non è chiaro a cosa si riferisca, probabilmente a qualcosa di sanitario
- Uomo sul balcone risponde: ""ì, un trattamento è ciò che ti serve".
- Sparatore: "Non ho fatto nulla ancora (incomprensibile)...". Continuamo gli insulti, poi il ragazzo apre il fuoco. L'uomo sul balcone lo chiama ancora "stronzo", prima di mettersi al riparo. Poi gli urla qualcosa a proposito di "sparare qui".
- Sparatore risponde: "Sì, hai ragione! Sì, hai ragione! Sì, hai ragione!". Il giovane lo minaccia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentato a Monaco, il killer del centro commerciale è Alì Sonboly

Today è in caricamento