Martedì, 21 Settembre 2021
Mondo / Arabia Saudita

Arabia Saudita, attentato in una moschea sciita: strage di fedeli

Un attentato suicida ha devastato una moschea sciita nel nord-est dell’Arabia Saudita mentre i fedeli erano riuniti per la preghiera del venerdì

Foto di archivio (Infophoto)

ROMA - Un boato e poi la conta dei cadaveri, l'ennesima. Un attentato suicida ha devastato una moschea sciita nel nord-est dell'Arabia Saudita mentre i fedeli erano riuniti nella preghiera del venerdì. scrive il sito in arabo della Bbc. L'esplosione è avvenuta all'interno della moschea dedicata all'imam Ali di Qadiha, nella regione di Qatif.

Sul numero di morti c’è ancora molta confusione: oscillano da 30 a 17 a 7 sui bollettini dei media internazionali. Un portavoce del ministero dell'Interno di Riad ha confermato l'esplosione, ma che non si conoscono ancora i motivi né i dettagli.

I media sauditi parlano di un attentato kamikaze. Nella moschea si trovavano circa centocinquanta fedeli per la tradizionale preghiera del venerdì. Anche secondo fonti sciite lo scoppio sarebbe stato dovuto a un attentato suicida.

Se fosse confermata la matrice terroristica, si tratterebbe del primo caso in Arabia Saudita. Riad è impegnata a guidare una coalizione di Paesi sunniti nella campagna di bombardamenti contro la ribellione sciita degli Houthi nel vicino Yemen. E partecipa alla coalizione internazionale a guida Usa contro l’Isis.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arabia Saudita, attentato in una moschea sciita: strage di fedeli

Today è in caricamento