rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Mondo Kenya

Attentato in Kenya, spari ed esplosioni vicino ad un hotel a Nairobi: ci sono morti e ostaggi

Al Shabaab ha rivendicato l'attentato al Dusit hotel di Nairobi nel quartiere residenziale di Westland: i media locali riportano di colpi d'arma da fuoco ed esplosioni. Nel paese è stata rapita la volontaria milanese Silvia Romano nel novembre scorso

Attentato in Kenya: l'attacco al Dusit hotel di Nairobi è stato rivendicato dal gruppo terroristico somalo Al Shabaab

++ È salito a 21 il numero delle persone rimaste uccise nell'attentato terroristico al complesso alberghiero Dusit di Nairobi, in Kenya. Lo ha riferito il capo della polizia. Cinque i terroristi uccisi dalle forze di sicurezza. ++

Secondo i media locali sono almeno 6 i morti, mentre almeno una trentina sarebbero le persone rimaste ferite nell'attacco. Cinque persone sarebbero rimaste uccise nel ristorante del complesso alberghiero dove un kamikaze si è fatto esplodere. Una donna, invece, è deceduta per le ferite riportate.

Nairobi, i tweet dall'hotel sotto attacco

"Siamo sotto attacco, aiutateci". Ron Ng'eno è una delle persone bloccate nell'hotel Dusit a Nairobi, nel quartiere residenziale di Westland, dove è stato sferrato un attacco armato che ha provocato almeno 3 morti. "Sono al numero 14 di Riverside Drive, sono nascosto in un bagno e siamo sotto attacco", twitta il consulente di comunicazione indicando, nel messaggio, l'indirizzo dell'albergo. "C'è stata una potente esplosione e poi colpi d'arma da fuoco", aggiunge, chiedendo aiuto in maniera diretta all'ambasciata degli Stati Uniti. 

"La batteria del telefono è quasi scarica. Per favore, pregate".

Kenya, le ultime notizie da Nairobi

In un comunicato della polizia kenyota diffuso alla stampa si riferisce che gli aggressori si sono asserragliati nell'albergo e le forze di sicurezza stanno cercando di catturarli. 

Nel corso dell'attacco terrorista all'hotel Dusit, un kamikaze si è fatto esplodere nel foyer dell'albergo. La polizia sta ora cercando di liberare le persone rimaste intrappolate.

Secondo un reporter della Bbc presente sul posto, a tre ore dall'inizio dell'attacco al Dusit Hotel di Nairobi, si continuano a sentire colpi d'arma da fuoco. L'area è circondata dalla polizia e vi sono ambulanze in attesa. Diverse persone sono state evacuate dall'albergo e gli edifici circostanti.

Attentato in Kenya, tutto quello che sappiamo

Colpi d'arma da fuoco ed esplosioni sono stati uditi intorno alle 14:30 italiane attorno al Dusit hotel di Nairobi, nel quartiere residenziale di Westland. Lo scrivono i media locali. Secondo il sito del quotidiano keniota daily Nation, forze di polizia sono state dispiegate sul posto.

Un'alta colonna di fumo si leva dall'edificio dell'hotel. Persone che lavorano in edifici vicini hanno raccontato di essersi chiuse nei loro uffici.

Al Shabaab rivendica l'attentato al Dusit hotel di Nairobi

Secondo quanto riferiscono i media locali l'organizzazione terroristica salafita somala Al Shabaab ha rivendicato l'attentato di oggi a Nairobi. In una telefonata alla BBc, un portavoce degli al Shabaab ha rivendicato la responsabilità "dell'operazione in corso a Nairobi", a nome del gruppo terrorista islamico.

Attualmente giungono notizie che non possono essere ancora confermate di morti e feriti. Sarebbe in corso anche una presa di ostaggi. Ricordiamo che nel paese africano è stata rapita la volontaria milanese Silvia Romano nel novembre scorso.

La sparatoria sarebbe ancora in corso e la polizia avrebbe inviato un’unità antiterrorismo. Testimoni parlano di azione di 4 uomini armati

Ufficiali di sicurezza sono stati schierati a Westlands, a Nairobi, dopo aver sentito dei colpi di pistola nella zona intorno al Dusit Hotel. La polizia ha avvertito le persone di stare lontano dalla zona vicino al Dusit Hotel mentre rispondono ai rapporti di spari e esplosioni.

Un banner della tv panaraba Al Jazeera riferisce che, oltre ai tre morti, ci sono anche 14 feriti. L'ex ministro degli esteri italiano Giulio Terzi parla di un probabile attacco terroristico. Lo scontro a fuoco di oggi richiama alla memoria quello del 'Westgate Mall', sempre a Nairobi, nel 2013, quando terroristi islamici Al Shabaab della confinante Somalia fecero irruzione in un centro commerciale di lusso lanciando bombe a mano e avviando un'azione durata giorni che costò la vita a 67 persone.

Attentato a Nairobi: il luogo dell'attacco

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentato in Kenya, spari ed esplosioni vicino ad un hotel a Nairobi: ci sono morti e ostaggi

Today è in caricamento