Strage in Nuova Zelanda, da Breivik a Luca Traini: i cattivi maestri del killer

E' lungo l'elenco di modelli a cui Brenton Tarrant, il responsabile del massacro in due moschee neozelandesi, ha fatto esplicito riferimento prima di entrare in azione. Sui caricatori era stato inciso anche il nome di Traini. Il legale: "Luca è pentito, si dissocia da questa cosa"

Brenton Tarrant

"Io sostengo molti di quelli che hanno preso una posizione contro il genocidio etnico e culturale. Luca Traini, Anders Breivik, Dylan Roof, Anton Lundin Pettersson, Darren Osbourne...". E' quanto si legge nel manifesto che ha pubblicato online Brenton Tarrant, l'estremista di destra responsabile del massacro in due moschee neozelandesi. 

L'esempio principale per il terrorista australiano è Anders Behring Breivik, 32enne norvegese, autore degli attentati del 22 luglio 2011 a Utoya che hanno provocato la morte di 77 persone. Dopo aver fatto esplodere un'autobomba nel centro di Oslo, provocando la morte di otto persone, Breivik, indossò un'uniforme simile a quella della polizia e provvisto di documenti falsi arrivò sull'isola di Utoya con un traghetto dove aprì il fuoco sui partecipanti ad un campus, uccidendone 69 e ferendone 110.

Sulla strage di Utoya è stato girato anche un film, "22 luglio", disponibile su Netflix. Breivik si è sempre dichiarato anti-multiculturalista, anti-marxista e anti-islamico. 

Doppio attacco alle moschee, decine di morti: la ricostruzione dell'attentato

Tarrant ha citato anche lo statunitense Dylann Roof, autore della strage compiuta a Charleston, in South Carolina, nel 2015: in una chiesa metodista, Roof uccise 9 afroamericani. Bissonnette, invece, è l'uomo che il 29 gennaio 2017 entrò in un centro islamico di Quebec City, in Canada, e aprì il fuoco uccidendo 6 persone e ferendone altre 5. Il basco Josue Estébanez, invece, è il neonazista che nel 2007 uccise l'attivista Carlos Palomino. Per l'omicidio è stato condannato a 26 anni di reclusione.

Sul caricatore inciso il nome di Traini, l'avvocato: "Lui si è pentito"

Sui caricatori delle armi usate per la strage nelle moschee di Christchurch era stato "inciso" anche il nome di Luca Traini, 28enne di Tolentino autore della sparatoria contro gli immigrati avvenuta a Macerata il 3 febbraio del 2018. Vi erano incisi altri nomi tra i quali quello di Alexandre Bissonette, 29enne che nel 2017 uccise sei persone in una moschea di Quebec City.

Traini venne condannato a 12 anni di carcere. Il suo avvocato, Gianluca Giulianelli, ha però fatto sapere che "da tempo ha maturato pentimento per il gesto di Macerata". "E’ una cosa che lascia senza parole - ha aggiunto -. Non ho ancora avuto modo di parlare con Traini, ma l’ho sentito ieri sera per telefono. Luca sicuramente - ha affermato a Radio 24 - si dissocia da questa cosa, poca importa che nel suo caso non ci fosse nessun riferimento religioso, ma sicuramente lui condannerà il suo accostamento a questa strage, perché è da tempo che ha maturato forte pentimento per il gesto che aveva fatto a Macerata".

Christchurch, la città multiculturale sconvolta dall'attentato

L'attacco terroristico contro due moschee ha sconvolto Christchurch, tranquilla città multiculturale della Nuova Zelanda, che si era da poco ripresa da una serie di terremoti fra il 2010 e il 2012. Il più grave, il 22 febbraio 2012, provocò 185 morti. L'area urbana di Christchurch conta 400mila abitanti, la terza più popolosa dopo Auckland e Wellington. Secondo il censimento del 2013, l'89,7% della popolazione è di origine europea (gli italiani sono circa 300), il 7% maori, il 5,6% asiatico (cinesi, indiani, filippini, coreani e giapponesi), il 2,4% samoani e lo 0,6% di origine africana o mediorientale. Una realtà multiculturale - legata anche alla presenza di due università - che non ha mai creato problemi di convivenza.

"Una telefonata, stanno sparando": il racconto del console italiano a Christchurch

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • ora le famiglie che hanno perso un familiare, sanno cosa vuol dire soffrire, questa è la stessa cosa che hanno provato i cristiani che loro hanno ucciso.

    • Fai pena

    • Questo è un commento di un estremista, pronto a ripete le stesse gesta,di una persona che la pensa esattamente come quel pazzo... Mi dissocio completamente da questo pensiero

    • Avatar anonimo di Il Santo
      Il Santo

      "Pensiero" da vero idiota,complimenti.

Notizie di oggi

  • Politica

    Abuso d'ufficio, nuova crepa nel governo: cosa prevede la legge che Salvini vuole abolire

  • Elezioni europee 2019

    Elezioni europee, seggi aperti: inizia la lunga maratona

  • Attualità

    La politica si divide sull’anniversario della strage di Capaci

  • Politica

    Europee, i grandi assenti dalle liste di Lega e M5s sono i candidati "gay friendly"

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

  • Meteo, sorpresa "amara": ecco quando arriva finalmente il caldo

  • Prende reddito di cittadinanza e lavora in nero: ora è nei guai (e non solo lui)

  • Elezioni europee 2019: le liste e i programmi

  • Reddito di cittadinanza, cambia (quasi) tutto: cosa si potrà acquistare

Torna su
Today è in caricamento