Domenica, 25 Luglio 2021
ATTENTATI / Pakistan

Pakistan, strage in Chiesa durante la messa: Isis rivendica l'attentato

L'attacco suicida è avvenuto in una chiesta metodista di Quetta, città del Pakistan meridionale. Ci sono diversi morti e circa 40 di feriti

Frame video Twitter

Un nuovo attacco kamikaze con le minoranze cattoliche nel mirino dei fondamentalisti. Questa volta l'attentato suicida è avvenuto in una chiesta metodista nella città del Pakistan meridionale di Quetta. Il bilancio è di almeno 8 morti e oltre 40 feriti. Il capo della polizia locale, Abdul Razzaq Cheema, ha spiegato che l’attentato è avvenuto durante la messa, circostanza confermata anche dal ministro dell'Interno della provincia, Sarfraz Bugti. L’Isis ha rivendicato l’attentato con un breve comunicato sull’agenzia di propaganda Amaq. 

Attentato in Pakistan, la dinamica

Secondo il ministro dell’Interno, due kamikaze hanno tentato di attaccare la chiesa Bethel Memorial, uno è stato ucciso prima che entrasse mentre il secondo è riuscito a farsi saltare in aria all’ingresso della chiesa. "I terroristi avevano armi e avrebbero potuto prendere ostaggi nella chiesa", ha aggiunto. Al momento dell'attacco nella struttura erano presenti circa 400 persone, secondo quanto riferito da fonti di sicurezza. Ciascuno dei terroristi aveva addosso 15 chili di esplosivo e granate, secondo un ufficiale della difesa, Aslam Tareen. L’attentato avrebbe potuto essere una strage di cristiani, l’1,6% della popolazione pachistana, una delle minoranze obiettivo degli attacchi dei militanti islamisti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pakistan, strage in Chiesa durante la messa: Isis rivendica l'attentato

Today è in caricamento