rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
TERRORISMO / Germania

L'attentatore di Berlino Anis Amri era un cocainomane

L'autopsia ha accertato la presenza di tracce di cocaina e hashish nel suo sangue

Anis Amri, l’autore della strage di Berlino, rimasto ucciso il 23 dicembre in un conflitto a fuoco con la polizia davanti alla stazione di Sesto San Giovanni, comune alle porte di Milano, era un consumatore abituale di droga.

L’autopsia condotta sul cadavere del terrorista su ordine della procura di Monza ha accertato la presenza di tracce di cocaina e hashish nel suo sangue.

L’esame tossicologico ha comunque escluso che il tunisino avesse assunto droga nel giorno del suo decesso. Ma è possibile che fosse sotto effetto di stupefacenti quando si lanciò con un camion contro la folla riunita nel mercatino di Natale della capitale tedesca, uccidendo 12 persone, tra cui l’italiana Fabrizia Di Lorenzo, e ferendone una cinquantina.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'attentatore di Berlino Anis Amri era un cocainomane

Today è in caricamento