Martedì, 26 Gennaio 2021
Regno Unito

Attentato Londra: "18enne arrestato era stato fermato due settimane fa e poi rilasciato"

Stamani la segretaria degli Interni Amber Rudd ha detto che l'attentatore non sembra un lupo solitario ma "è troppo presto per tirare conclusioni definitive"; il livello di allerta terrorismo nel Paese è stato ridotto da "critico" a "severo"

Un secondo uomo è stato arrestato ieri in tarda serata nell'indagine sull'attacco terroristico a un treno della metropolitana di Londra, mentre secondo alcuni media inglesi il 18enne arrestato ieri era stata fermato già due settimane fa, e poi rilasciato, esattamente nella stessa stazione della Tube, Parsons Green, dove venerdì è esploso un ordigno artigianale. Un 21enne è stato arrestato ieri nel sobborgo dell'ovest di Londra di Hounslow alle 23.50 ed è stato portato in un commissariato del sud di Londra. Secondo il Daily Mail i vicini della casa del Surrey dove viveva il 18enne arrestato ieri hanno detto che la polizia antiterrorismo ha sequestrato almeno 15 armi da fuoco e una bomba. Il ragazzo, che viveva a Sunbury-on-Thames co una coppia di anziani genitori affidatari, è stato fermato a Dover ieri mattina mentre probabilmente cercava di lasciare il Paese. Le perquisizioni sono ancora in corso, le indagini sranno molto lunghe.

Abbassato il livello di allerta

Oggi intanto la segretaria degli Interni Amber Rudd ha detto che l'attentatore non sembra un lupo solitario ma "è troppo presto per tirare conclusioni definitive".  La ministra degli Interni britannica ha annunciato che il livello di allerta terrorismo nel Paese è stato ridotto da "critico", che indica la minaccia di un attacco imminente, a "severo", lo stato in cui un attacco è "molto probabile". "Il centro di analisi terroristica congiunto, che esamina il livello di minaccia in cui si trova il Regno unito, ha deciso di ridurre questo livello da critico a severo" ha detto la ministra Amber Rudd alla tv. Il livello di allerta era stato innalzato al massimo venerdì dopo che una bomba artigianale esplosa parzialmente su un treno della metropolitana di Londra aveva ferito 30 persone.

Il presunto attentatore viveva con una coppia di benefattori

La casa color lillà perquisita a Sunbury-on-Thames e ripresa da tutti i tg britannici appartiene a un'anziana coppia di benefattori, insignita nel 2009 dell'ordine dell' Impero britannico dalla regina Elisabetta II per il suo lavoro con i bambini in difficoltà. Penelope Jones, 71 anni, e il marito Ronald, 88 anni, hanno accolto in affido 268 bambini e adolescenti a casa loro in oltre trent'anni: gli ultimi otto sono rifugiati. Un uomo che ha svolto lavori nella casa ha detto al Mail Online che il ragazzo arrestato viveva con i Jones da cinque anni. Sunbury-on-Thames dista 37 minuti di treno dalla stazione della metropolitana di Wimbledon, dove il treno bombardato venerdì ha cominciato il suo viaggio.

Un ragazzo "problematico"

Dirigente scolastica in pensione, Penelope Jones ha deciso di diventare madre affidataria dopo aver lavorato in un carcere minorile. Secondo gli amici la coppia "non sapeva più che fare" con il teenager arrestato ieri. La polizia ha fatto irruzione nella loro casa di Cavendish Road ieri pomeriggio attorno alle 14, sei ore dopo l'arresto del ragazzo alle partenze del porto di Dover. Circa 60 vicini sono stati evacuati per precauzione e ci sono notizie non confermate del ritrovamento di armi sotto le assi del pavimento e di una bomba in giardino.
Serena Barber, 47 anni, una donna che conosce i Jones da sempre e chi vive nella casa a fianco, ha detto al Daily Mail "hanno due ragazzi al momento, entrambi stranieri. Uno è molto tranquille ed educato, l'altro che ha 18 anni, è tremendo". "Due settimane fa è stato arrestato a Parsons Green, non so perchè, è riportato a Penny e Ron. Poi Penny ha detto che non voleva più occuparsi di lui, non ce la faceva".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentato Londra: "18enne arrestato era stato fermato due settimane fa e poi rilasciato"

Today è in caricamento