rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Mondo Australia

Gli australiani dicono "sì" ai matrimoni omosessuali

Il premier spera di modificare la legge entro Natale

Gli australiani hanno detto “sì” ai matrimoni omosessuali. È quanto emerge dai risultati del voto postale, che hanno scatenato manifestazioni di gioia in tutto il Paese. Le nozze tra persone dello stesso sesso, però, devono ancora essere approvate per legge.

In tutta l’Australia, migliaia di sostenitori delle unioni gay sono scese in strada per ballare e cantare sotto “nuvole” di coriandoli. Circa il 62 per cento dei 12,7 milioni di persone che hanno partecipato al voto postale, consultazione non vincolante che dura due mesi, si è espresso a favore dei matrimoni omosessuali.

Il primo ministro Malcolm Turnbull ha di conseguenza auspicato che la legge sia modificata entro Natale. Gli australiani “si sono espressi a milioni e hanno votato a grande maggioranza per l’uguaglianza di fronte al matrimonio - ha detto ai giornalisti - Hanno votato per la giustizia, l’impegno e l’amore”. Circa l’80 per cento dell’elettorato ha partecipato alla votazione, malgrado molti temessero che i giovani nati nell’era di internet non volessero esprimersi per posta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli australiani dicono "sì" ai matrimoni omosessuali

Today è in caricamento