Giovedì, 25 Febbraio 2021
Austria

Gli italiani non potranno andare a sciare in Austria a Natale

Il Governo austriaco dovrebbe annunciare domani la decisione di vietare il turismo invernale per limitare i contagi: la ripresa è prevista per gennaio, ma in maniera graduale

Foto di repertorio Ansa

In attesa di conoscere le misure restrittive per il periodo natalizio in Italia, arriva una brutta notizia per chi aveva in mente, Dpcm permettendo, di trascorrere le vacanze di Natale in Austria. Il Governo austriaco, come anticipato dal quotidiano Der Standard, ha deciso per lo stop al turismo invernale per limitare il più possibile i contagi da coronavirus. L'annuncio ufficiale è atteso per la giornata di domani, mercoledì 2 dicembre.

Lo sci non sarà vietato ai residenti e gli impianti rimarranno aperti, ma alberghi e ristoranti saranno chiusi. In Austria gli impianti di risalita sono considerati trasporto pubblico e non è possibile interrompere il servizio. Si prevede che il turismo invernale possa poi riprendere gradualmente in gennaio.

L'Austria, inoltre, sconsiglia viaggi in Italia per l'"elevato rischio di sicurezza" a causa del coronavirus. Sono da aspettarsi restrizioni ai viaggi e alla vita pubblica, si legge sul sito del ministero degli Esteri austriaco. I viaggi che non sono assolutamente necessari sono quindi sconsigliati.

Coronavirus, l'Austria e il secondo lockdown

L'Austria al momento si trova nella fase finale del secondo lockdown nazionale che, a meno di colpi di scena, dovrebbe terminare il prossimo 6 dicembre. Gli hotel sono chiusi ai turisti, i ristoranti possono solo offrire servizio da asporto e gli eventi sono stati tutti cancellati. La mascherina protettiva va indossata su tutti i trasporti pubblici e in tutti i luoghi pubblici, all’aperto o al chiuso. Sono esenti solo i bambini sotto i 7 anni. E’ inoltre obbligatorio mantenere la distanza minima di un metro da ogni persona esterna al proprio nucleo familiare, fatta eccezione per alcuni casi, come per gruppi seduti al ristorante o quando è impossibile rispettare il distanziamento sociale sui trasporti pubblici.

Coronavirus, in Austria via ai test di massa

L'Austria ha avviato la sua campagna di test di massa partendo dalla cittadina di Annaberg-Lungoetz, nei pressi di Salisburgo, prima che il programma venga esteso a tutto il Paese alla fine di questa settimana. Il governo ha ordinato 10 milioni di test rapidi, che dovrebbero coprire in due fasi una percentuale significativa dei circa 9 milioni di austriaci. La prima fase avrà inizio venerdì a Vienna e nelle province del Tirolo e di Vorarlberg. Il cancelliere Sebastian Kurz ha invitato la popolazione ad aderire volontariamente al programma di test, sostenendo che l'accertamento dei casi di contagio da coronavirus potrà consentire l'allentamento delle misure di lockdown. La campagna di test austriaca ricalca, nelle sue modalità , campagne simili già effettuate in Slovacchia e nel Nord dell'Italia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli italiani non potranno andare a sciare in Austria a Natale

Today è in caricamento