rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Stati Uniti / Stati Uniti d'America

Virginia, scontri tra estrema destra e antirazzisti: un morto e 35 feriti

Un'auto ha investito un gruppo contrario alla manifestazione suprematista uccidendo una donna di 32 anni. Morti anche due agenti a bordo di un elicottero che si è schiantato al suolo mentre sorvolava la città

Una persona è morta nelle violenze a Charlottesville, negli Usa, durante gli scontri provocati da una manifestazione dell’estrema destra.

Un’auto ha investito un gruppo di militanti antirazzisti Usa che marciavano per protestare proprio contro la manifestazione di suprematisti bianchi e neonazisti, causando circa 35 feriti.  La vittima è una donna di 32 anni che attraversava la strada. Morti anche due agenti a bordo di un elicottero che si è schiantato al suolo mentre sorvolava la città. La polizia ha fermato il 20enne James Alex Fields: sarebbe stato lui a lanciarsi con l'auto contro i manifestanti. L'ipotesi di reato è terrorismo domestico. Altre tre persone sono state fermate in seguito agli scontri. (In fondo all'articolo il video dell'auto contro la folla).


Scopo della manifestazione di protesta era quello di denunciare il progetto della città di Charlottesville di eliminare la statua di un generale sudista favorevole allo schiavismo.

Numerosi manifestanti di estrema destra, però, si sono presentati al corteo visibilmente armati  e si sono posizionati in tenuta paramilitare. Ancora prima di iniziare la manifestazione e tra estrema destra e antirazzisti è iniziata una sassaiola. Gli scontri sono poi proseguiti fino a convincere il governo a prendere provvedimenti. Il presidente americano Donald Trump ha dichiarato: "Condanniamo nei termini più forti possibili questa dimostrazione eclatante di odio, fanatismo e violenza da più parti". Il Washington Post ha riferito che testimoni parlano di un atto "assolutamente intenzionale" e anche la first lady Usa Melania Trump ha condannato le violenze di oggi. "Il nostro paese incoraggia la libertà di parola, ma comunicate senza odio nel cuore. Non viene nulla di buono dalla violenza. #Charlottesville" ha twittato Melania Trump. Era già stato proclamato lo stato d’emergenza e la polizia aveva ordinato lo stop alle dimostrazioni quando l’auto si è scagliata contro il gruppo che contestava i suprematisti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Virginia, scontri tra estrema destra e antirazzisti: un morto e 35 feriti

Today è in caricamento