rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
CILE / Cile

Bachelet in testa nelle elezioni presidenziali in Cile, ma sarà ballottaggio

Quattro leader della protesta studentesca, fra cui la carismatica Camila Vallejos, sono stati eletti ed entrano nel parlamento cileno

Netta affermazione dell'ex presidente socialista Michelle Bachelet alle elezioni presidenziali, ma il Cile tornerà alle urne il prossimo 15 dicembre per la prima sfida tutta al femminile della sua storia.

Dallo spoglio del 96,46% delle schede, Bachelet, 62 anni, risulta infatti in testa con il 46,73% dei voti, contro il 25% ottenuto dalla sfidante di destra, Evelyn Matthei, 60 anni. L'ex presidente non dovrebbe quindi superare la soglia del 50%, necessaria per essere eletti al primo turno.

L'affluenza alle urne dei circa 13,5 milioni di elettori cileni è stata stimata del 56% dal Presidente uscente Sebastián Piñera, ma le cifre ufficiali saranno diffuse oggi.

LEADER STUDENTESCHI IN PARLAMENTO

Quattro leader della protesta studentesca, fra cui la carismatica Camila Vallejos, entrano nel parlamento cileno. Oltre alla portavoce del movimento, in lista per il partito comunista, sono stati eletti deputati la leader della gioventù comunista Karol Cariola, Giorgio Jackson, di Rivoluzione Democratica, e Gabriel Boric di Sinistra Autonoma. Il più votato tra questi giovani candidati è stato Jackson, che ha ottenuto il 46% a Santiago, mentre la Vallejos e' stata eletta con il 43% nel popoloso distretto di La Florida, a sud est della capitale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bachelet in testa nelle elezioni presidenziali in Cile, ma sarà ballottaggio

Today è in caricamento