Bagnanti non rispettano le misure anti-Covid, in spiaggia è il panico: si scatena una mega rissa

La bagarre è scoppiata in una spiaggia del Belgio dopo che alcuni giovani erano stati richiamati per il mancato rispetto delle regole di civiltà e del distanziamento sociale. Quattro poliziotti feriti. Il Comune, sconvolto dall'accaduto, ha vietato le spiagge ai non residenti. Il video

Un fermo immagine del video

Sono diventate subito virali le immagini che mostrano una mega rissa scoppiata in una spiaggia del Belgio. Quanto avvenuto a Blankenberge, cittadina a circa 15 chilometri a nord di Bruges, ha sconvolto il Comune al punto tale di portarlo a decidere di vietare da ora l'ingresso alle sue spiagge ai non residenti. Secondo quanto riferito da EuropaToday, il mancato rispetto delle regole della civile convivenza e quello delle misure di distanziamento sociale ha portato a un intervento della polizia che è finito in una vera e propria bagarre che

Nella rissa quattro agenti sono rimasti feriti e tre persone alla fine sono state arrestate.

L'episodio è avvenuto sabato e i video che lo mostrano hanno fatto subito il giro della rete.

Le immagini mostrano diversi bagnanti che attaccano le forze dell'ordine e anche altri bagnanti con sedie e ombrelloni. I problemi sarebbero nati quando uno dei bagnini avrebbe chiesto a un gruppo di 40 giovani di abbassare la musica e di non ammassarsi per rispettare le distanze di sicurezza in una spiaggia dove anche sul lungomare è obbligatoria la mascherina. Al loro rifiuto, avvenuto in maniera a dir poco maleducata, il bagnino ha chiesto l'intervento della polizia ma l'arrivo dei primi agenti sul posto ha avuto l'effetto indesiderato di scaldare ancora di più gli animi. Gli agenti hanno quindi chiamato immediatamente rinforzi per sedare quella che nel frattempo era diventata una vera e propria rissa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sconvolta dall'accaduto la sindaca della città, Daphné Dumery della N-VA (una sorta di Lega belga), ha deciso la linea dura e stabilito il blocco dell'arrivo dei tren in città dalle 9 alle 16 e maggiori controlli su tutti gli altri mezzi di trasporto. “Quelli che vorrano venire in città dovranno dimostrare di avere una ragione importante”, ha spiegato la prima cittadina che ha definito “terribile, quello a cui hanno dovuto assistere e subire tante famiglie con i loro figli”. La linea dura contro i vacanzieri "mordi e fuggi", è stata poi anche estese a diverse città fiamminghe e località balneari della costa belga, come Knokke-Heist, che pure hanno dichiarato il divieto ai "turisti di un giorno" per "garantire la sicurezza pubblica" delle città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gf Vip, De Blanck: "Alba Parietti una stronza". Il figlio dà ragione e lei chiama in diretta

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi sabato 19 settembre 2020: numeri e quote

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi giovedì 17 settembre 2020: numeri e quote

  • Polemica a Tale e Quale, Carmen Russo nei panni di Stefania Rotolo ma la figlia non apprezza

  • Il cittadino insospettabile che masturbava ragazzini in cambio di scarpe e spinelli

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di martedì 22 settembre 2020: numeri e quote

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento