Sabato, 19 Giugno 2021
PROFUGHI / Turchia

Bimba siriana di quattro anni annega a largo della Turchia

La piccola era su un barcone insieme insieme a circa altre quindici persone, di cui otto bambini, che è affondato non lontano dalle coste turche. Appena due settimane fa la tragedia del piccolo Aylan

Foto da Twitter

Appena un paio di settimane fa, il mondo si era indignato e aveva pianto per la storia del piccolo profugo di Kobane Aylan Kurdi, morto insieme alla madre e al fratellino in un naufragio. Dalla Turchia arriva però la notizia di un'altra piccola vittima innocente, l'ennesima di questo esodo.

DOPO AYLAN, UN'ALTRA VITTIMA - Una bambina siriana di quattro anni è morta nel naufragio di un barcone al largo della costa di Cesme, nelle provincia turca occidentale di Smirne. Secondo le autorità turche, come riferito dall'agenzia di stampa Anadolu, i migranti stavano cercando di raggiungere una delle vicine isole greche. A bordo del barcone c'era almeno quindici persone. La bambina non è stata ancora identificata, ma secondo gli attivisti della Rete siriana per i diritti umani si tratterebbe invece della piccola Hana Al Jarwan. Il suo corpo è stato ritrovato questa mattina sulla spiagga ad Altinkoy, nel distretto di Cesme. La piccola non era l'unica bambina a bordo del barcone: nelle quattordici persone che sono state soccorse della guardia costiera turca, otto sono minori. 

UN CIMITERO IN MARE - Nei primi cinque mesi del 2015, più di 42mila persone sono arrivate via mare dalla Grecia. La maggior parte di loro sono rifugiati, come riportato dall'UNHCR, ma sarebbero circa 300mila le persone che hanno messo a rischio la propria vita per attraversare il Mediterrano dall'inizio dell'anno: 2500 sono morti cercando di raggiungere l'Europa

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba siriana di quattro anni annega a largo della Turchia

Today è in caricamento