Lunedì, 15 Luglio 2024
USA / Stati Uniti d'America

Bambina di 10 anni accusata di violenza sessuale su un bimbo di 4: "Giocavano al dottore"

Una notizia che ricorda più un clima di paranoia e caccia alle streghe che di prevenzione e attenzione

La lotta alle violenze sessuali è una cosa molto seria, così come il tema della sessualità dei minori non va mai preso alla leggera, ma la notizia che ci arriva oggi dagli Stati Uniti ricorda più un clima di paranoia e caccia alle streghe che di prevenzione e attenzione.

A Houston, Texas, una bambina di dieci anni è stata accusata di violenza sessuale aggravata nei confronti di un amichetto di quattro anni. Un vicino di casa ha visto i due bambini giocare "al dottore" e ha pensato bene di avvertire la madre del più piccolo dei due, la quale ha pensato ancora "meglio" di chiamare la polizia per denunciare la "violenza".

Ancora più incredibile il comportamento delle autorità, che hanno dato seguito alla denuncia e hanno recluso la bambina per quattro giorni in un centro di detenzione per minori.

Stupefatto il legale della famiglia della bambina: "Non si trattava che di un gioco, forse inappropriato, ma non è mai accaduto che un bambino di dieci anni fosse accusato di stupro aggravato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambina di 10 anni accusata di violenza sessuale su un bimbo di 4: "Giocavano al dottore"
Today è in caricamento