Lunedì, 27 Settembre 2021
L'allarme / Indonesia

La strage dei bambini indonesiani morti di Covid

Nell'ultimo mese si calcola che siano oltre un centinaio i bambini morti per il virus. La maggior parte di loro ha meno di cinque anni e il dato potrebbe essere sottostimato

È una strage. Non c'è altro modo di definirla. E fa male. Sono centinaia nelle ultime settimane i bambini indonesiani morti di Covid. Una strage silenziosa di cui non si parla e i cui numeri stanno venendo fuori nelle ultime ore. La maggior parte di loro hanno meno di cinque anni e rappresentano il bacino più grave di aggressione del Coronavirus. Quello dell'Indonesia è il tasso più alto di mortalità infantile rispetto al Covid. Secondo i calcoli effettuati nel Paese, sono almeno 100 i bambini morti a settimana a causa del virus. L'ondata che sta colpendo l'Indonesia nelle ultime settimane è la più dura che ha interessato il Paese e il Governo fatica a trovare una soluzione.

A provocarla è stato l'arrivo della variante Delta nel Sud-est asiatico. L'evoluzione più contagiosa del virus è arrivata anche in altri Paesi come Thailandia, Malesia, Myanmar e Vietnam. La situazione è sfuggita di mano all'autorità anche a causa della grande densità di popolazione dell'Indonesia. Si tratta del quarto Paese al mondo per numero di abitanti dove peraltro sono poco diffuse le vaccinazioni. Nel mese di luglio l'Indonesia ha superato sia l'India che il Brasile per numero di contagiati quotidiani. A causa della diffusione del virus si sta consumando una vera e propria ecatombe. Secondo le fonti governative si calcola che solo lo scorso venerdì sono stati registrati 50mila nuovi casi e 1.566 vittime.

L'incidenza sui bambini 

Di questa situazione disastrosa ne stanno pagando le conseguenze anche i bambini. Piccoli costretti a vivere in un Paese con riesce a opporsi all'epidemia. Per prima cosa mancano sia i vaccini sia addirittura i tamponi. Si fa difficoltà a calcolare anche l'effettiva incidenza dell'aumento dei numeri dei casi su scala nazionale. La mancanza totale di tracciamento non riesce a restituire una fotografia esatta della situazione rispetto ai mesi o alle settimane precedenti. Gli unici confronti, allo stato attuale, possono essere fatti solo con altri Paesi basandosi sui dati attualmente disponibili. Dati che fanno dell'Indonesia l'attuale epicentro mondiale dell'epidemia con la possibilità che parta da qui una nuova e ancora più pericolosa variante.

A denunciare questa situazione è stato il New York Times che ha lanciato l'allarme rispetto alla mortalità infantile legata al virus mettendo in discussione la teoria secondo cui il Covid non attacchi i bambini. “I nostri numeri sono i più alti del mondo – ha denunciato il dottor Aman Bhakti Pulungan, capo della società pediatrica indonesiana -. Perché non facciamo il meglio per i nostri bambini?”. La società di pediatria ha diffuso dei dati allarmanti secondo cui i bambini contagiati rappresentano il 12,5% del totale. Un dato impressionante che ha raggiunto picchi assurdi con addirittura 150 bambini morti. L'allarme principale lanciato dagli esperti ritiene che questi numeri siano sottostimati vista la mancanza di tamponi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La strage dei bambini indonesiani morti di Covid

Today è in caricamento