rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Razzismo / Stati Uniti d'America

Bimbo di 10 anni arrestato per aver rubato una busta di patatine

Quattro agenti di polizia si sono avventati sul piccolo a Syracuse. L'arresto documentato da un passante con un video

In quattro – agenti in divisa – contro uno, un ragazzino di colore di 10 anni ‘colpevole’ di aver rubato una busta di patatine e di aver negato dinanzi a loro di averlo fatto. È la scena ripresa da un passante incuriosito da quello che stava succedendo e richiamato dalle grida e dal pianto disperato del ragazzo. Il video è stato poi fatto girare sulle principali piattaforme social tanto da spingere il Dipartimento di Syracuse a rilasciare una nota ufficiale e a dichiarare che faranno un’indagine. I protagonisti sono quattro agenti di polizia di Syracuse, New York.

Il fatto è avvenuto in pieno giorno. Il video, della durata di un minuto riprende i poliziotti mentre urlano e bloccano un bimbo afroamericano intorno ai 10 anni. Lo prendono e lo trascinano verso l’auto tenendo le mani dietro la schiena, forse perché ammanettato. Nel video si sente il passante che riprende la scena chiedere “Che cosa stai facendo? Lascialo andare!". L’agente risponde: "Indovina, indovina". Ma la reazione e lo spiegamento di forze sembra eccessivo al residente che continua a riprendere incalzando il poliziotto: “Mi sembra un bambino. Non so cosa stai facendo. Allora cosa sta succedendo?". E in quel momento un altro agente che partecipava all’azione spiega, in favore di telecamera: "Sta rubando roba. Se venisse dentro casa tua…".

La spiegazione non convince il videomaker improvvisato che ribatte: "Nah amico! Che cosa ha rubato? Un sacchetto di patatine, non puoi trattarlo come un criminale a sangue freddo". Le sue proteste vengono rispedite però al mittente e non fermano l’azione, tanto che l’agente replica: "Continua a camminare amico, non sai nemmeno di cosa stai parlando". Neanche la generosa offerta del passante induce la polizia a lasciare il ragazzino. L’uomo, infatti, si offre di pagare lui la busta di patatine che il bimbo ha preso e di chiudere così la faccenda. Ma sembra che il presunto furto sia meno grave dell’onore leso della polizia: "Ci ha presi per il cul* come se fosse un uomo adulto e ha anche detto che non era stato lui!" ha replicato il poliziotto.

Come se la bugia di un bambino, che si vede in difficoltà, fosse una mancanza di rispetto nei loro confronti. Le immagini poi stringono sul ragazzino che viene fatto sedere in auto e continua a piangere. Una scena straziante soprattutto perché la vittima è un bambino di 10 anni colpevole di aver rubato una busta di patatine. Un episodio che poteva essere derubricato come una marachella e concludersi con l’intervento dei genitori e una tirata di orecchie. Invece la reazione, soprattutto perché nei confronti di un bimbo afroamericano, ha riportato alla mente l’atteggiamento a volte violento della polizia americana nei confronti delle persone di colore. Sta di fatto che il video ha scatenato reazioni forti, tanto che il Dipartimento di polizia ha rilasciato un comunicato: "Siamo a conoscenza di un video condiviso sui social media che coinvolge alcuni dei nostri ufficiali e dei giovani accusati di aver rubato da un negozio nella parte nord della città. L'incidente, comprese le azioni degli agenti e le telecamere indossate sul corpo, sono in corso di analisi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo di 10 anni arrestato per aver rubato una busta di patatine

Today è in caricamento