rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
LIBANO / Libano

Bambino trova fucile in casa e spara alla sorellina, uccidendola

In Libano, anche per colpa della sempre precaria tregua tra fazioni e gruppi religiosi, il numero di armi detenute dai civili è molto elevato

Tragedia in Libano, dove un bambino di sei anni che giocava con un fucile custodito in casa ha inavvertitamente sparato alla sorellina di pochi anni. La piccola, che secondo alcune fonti aveva due anni mentre altre affermano ne avesse quattro, si chiamava Layal ed è morta sul colpo. Il terribile incidente è avvenuto a Baalbeck, nella Valle della Bekaa.

L'arma dell'involontario, ma non meno drammatico, delitto era un fucile da caccia. In Libano, anche per colpa della sempre precaria tregua tra fazioni e gruppi religiosi, il numero di armi detenute dai civili è molto elevato.

SBUCA DA ARMADIO PER FARE SCHERZO ALL'AMICO: UCCISA

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambino trova fucile in casa e spara alla sorellina, uccidendola

Today è in caricamento